CORONAVIRUS

Escort positiva in Umbria, accertamenti fino in Sicilia: caccia ai clienti per mappare i contagi

Venerdì 17 Luglio 2020
Escort positiva in Umbria, accertamenti fino in Sicilia: la donna ha "lavorato" 15 giorni a Modica

È risultata positiva al coronavirus una donna peruviana, escort di professione, rientrata in Umbria dopo un soggiorno in Sicilia. La donna aveva appena trascorso 15 giorni a Modica, nel Ragusano, dove aveva preso in affitto un mini-appartamento per esercitare la sua "professione", ricevendo diversi clienti su appuntamento. Successivamente si è spostata in Umbria, prendendo un autobus per Catania e un treno fino a Foligno, dove si è sentita male.

LEGGI ANCHE Coronavirus, nuovo cluster a Savona: contagiato anche il pallanuotista Aicardi
LEGGI ANCHE Virus, allarme a Ostia: positivo il dipendente del Bangladesh di uno stabilimento balneare: tamponi a tappeto

La peruviana è stata trasferita all'Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, dove è stata riscontrata la positività a Covid-19. Immediatamente è partita l’indagine epidemiologica volta a rintracciare le persone che sono entrate in contatto con la donna. L'azienda sanitaria provinciale Iblea avverte che se qualcuno a Modica «avesse il sospetto di essere venuto a contatto con la donna, è obbligato a segnalarlo all'Asp di Ragusa per essere sottoposto a tutti gli accertamenti del caso, al fine di evitare ulteriori e potenziali contagi».

Ultimo aggiornamento: 18 Luglio, 00:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA