CORONAVIRUS

Davide, 6 anni, raccoglie 18 euro per la lotta al coronavirus e commuove il personale del Niguarda di Milano

Venerdì 22 Maggio 2020 di Silvia Natella
Davide, 6 anni, raccoglie fondi per il coronavirus e commuove il personale del Niguarda di Milano: «Ho suonato per voi»
La solidarietà di Davide, un bambino di sei anni, ha commosso il personale dell'Ospedale Niguarda di Milano, impegnato costantemente nella lotta contro il coronavirus. Il piccolo ha scritto e spedito al nosocomio un messaggio in cui spiega di aver raccolto 18 euro per la causa. La letterina è stata pubblicata sui social, mentre la singolare raccolta fondi ha suscitato tenerezza negli utenti. 

Leggi anche > Farmacista a Pomeriggio 5: «Ho speso 10mila euro per le mascherine, ma ho trovato solo spazzatura»

Il bambino che probabilmente scrive con l'aiuto della sua mamma sogna di diventare un musicista e ha accumulato qualche euro proprio grazie alla sua passione. Denaro che è stato devoluto al reparto Covid.  «Cari dottori - si legge nella lettera scritta con un pennarello azzurro -, sono Davide, ho da poco sei anni e volevo dirvi che a Pasqua ho suonato il violoncello per i miei nonni, per gli zii e per i cugini che mi hanno ascoltato in video e pagato il biglietto con il vostro sms solidale. Ho raccolto per voi 18 euro per comprare delle medicine».



«C’è posta per noi… ma grazie piccolo Davide che ci ha inviato il suo contributo attraverso l'sms solidale attivato dalla Nazionale Italiana Cantanti», scrive il Niguarda condividendo la foto del biglietto. La raccolta fondi, infatti, era quella della Nazionale Cantanti e si serviva di un numero solidale attraverso il quale sono arrivati all'ospedale 43mila euro.  

«È stata l’occasione per spiegare a nostro figlio cosa stava succedendo negli ospedali e fargli sperimentare che anche i bambini possono dare il loro prezioso contributo - spiegano i genitori del piccolo musicista -. Non può immaginare quanta emozione abbia provato nostro figlio nel fare il suo primo concertino accompagnato da mamma e papà (siamo musicisti). Si è persino vestito elegante e fatto pettinare».Ultimo aggiornamento: 23 Maggio, 10:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA