CORONAVIRUS

Covid l'Aquila, guarito e dimesso: il figlio lo trova morto in casa un mese dopo

Lunedì 22 Febbraio 2021
Covid, l'ospedale lo dimette: il figlio lo trova morto in casa un mese dopo

Dolore e sconcerto a Trasacco (L'Aquila), per la storia di un 83enne, C.D.F., trovato morto nel letto della sua abitazione, probabilmente deceduto per cause naturali da oltre un mese. Nessuno, in base a quanto si apprende dai carabinieri, ha chiesto notizie dell’uomo, originario di Luco dei Marsi ma da tempo residente a Trasacco. A dare l’allarme il figlio che da una settimana lo cercava ma non riceveva risposte e cos’ l’altra mattina si è deciso ad andarlo a cercare e lo ha trovato morto disteso sul letto.

Coronavirus, i raccomandati del vaccino: in Abruzzo scatta l'inchiesta del Nas

 

Sul posto, per tutte le verifiche di rito, sono intervenuti i carabinieri della locale stazione, guidati dal luogotenente Armando Croce che hanno chiesto l’intervento del medico della Asl che ha certificato la morte da circa 30 giorni, probabilmente per un arresto cardiaco. L’anziano viveva da solo, dopo la morte della moglie, e aveva due figli che però erano tranquilli perché perfettamente autonomo. L’uomo all’inizio di novembre scorso era stato era stato anche ricoverato per Covid-19 all’ospedale di Avezzano ma guarito era tornato nella sua abitazione che si trova nel paese antico. 

Ultimo aggiornamento: 12:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA