CORONAVIRUS

Vaccino Covid, sette infermiere licenziate in Sassonia perché hanno rifiutato il siero

Martedì 19 Gennaio 2021
Vaccino Covid, sette infermiere licenziate in Sassonia perché hanno rifiutato il siero

Licenziate perché hanno rifiutato il vaccino contro il Covid. È successo a sette infermiere tedesche. «In uno dei land tedeschi più colpiti dal Covid-19, Sassonia-Anhalt, 7 infermieri di un servizio a domicilio (Pflegedienst) per anziani a Dessau sono stati licenziati perché si sono rifiutati di farsi vaccinare». Lo scrive su Twitter Udo Gumpel, giornalista e corrispondente dall’Italia per l’emittente tedesca Ntv,

 

«Ci è stato dato un ultimatum di tre giorni per oggi alle 12 e poco dopo quell’ora abbiamo ricevuto la lettera di licenziamento», ha parlato una delle infermiere all’emittente Mdr Sassonia-Anhalt. Nel land tedesco non è prevista la vaccinazione obbligatoria contro il coronavirus. Per questo le infermiere stanno meditando di fare causa. Parlando all’emittente statale Mdr-SachsenAnhalt, le donne hanno affermato di non essere contrari alla vaccinazione, ma solo di aver «bisogno di più tempo per pensarci e di voler decidere autonomanente quando farlo».

Rene Willmer, della direzione del servizio infermieristico, non riesce a capire l’esitazione dei suoi ex dipendenti, dal 1° marzo non vogliono più che i pazienti siano curati da personale non vaccinato: «Penso che tutti coloro che lavorano nell’assistenza infermieristica dovrebbero avere abbastanza buon senso da sapere che la vaccinazione è importante e che deve essere fatta», ha detto a Mdr.

 

 

Ultimo aggiornamento: 16:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA