CORONAVIRUS

Covid, si può restare senza gusto e olfatto anche per cinque mesi dopo l'infezione

Martedì 23 Febbraio 2021
Covid, si può restare senza gusto e olfatto anche per cinque mesi dopo l'infezione

Chi soffre di Covid-19 può restare senza gusto e olfatto anche fino a cinque mesi dopo l'infezione. E’ quanto emerge da uno studio dell’Università del Quebec a Trois-Rivieres che sarà presentato al 73esimo incontro annuale dell’American Academy of Neurology.

Covid e bambini, ora il virus corre fra i più giovani: quasi un positivo su 5 è un minore

Sindrome post-Covid, quali sono i sintomi? I malesseri possono durare anche mesi

Lo studio ha coinvolto 813 operatori sanitari che, a seguito di test, sono risultati positivi alla malattia. Ogni persona ha completato un questionario online e un test domiciliare per valutare il livello del proprio senso del gusto e dell'olfatto cinque mesi dopo la diagnosi, dando un punteggio da 0 a 10 sul riottenimento dei sensi.

In totale 580 persone hanno perso il senso dell'olfatto durante la fase iniziale della malattia. Di questo gruppo, il 51%, ha affermato di non aver ancora riacquistato l'olfatto cinque mesi dopo. In media, le persone hanno dato 7/10 al riacquisto del senso dell'olfatto dopo la malattia rispetto al valore di 9/10 prima di ammalarsi.

Per quanto riguarda il gusto, invece, 527 persone hanno dichiarato di averlo perso durante la fase iniziale della malattia. Di questo gruppo il 38% ha affermato di non aver ancora riacquistato il senso del gusto cinque mesi dopo. In media, le persone hanno dato 8/10 al loro riottenimento del senso del gusto dopo la malattia, rispetto ai 9/10 che ritenevano di avere prima di ammalarsi.

"Sebbene la Covid-19 sia una nuova malattia, ricerche precedenti mostrano che la maggior parte delle persone perde il senso dell'olfatto e del gusto nelle prime fasi della malattia - ha detto l'autore dello studio, Johannes Frasnelli - Volevamo andare oltre e vedere quanto a lungo persiste quella perdita dell'odore e del gusto e quanto è grave nelle persone con Covid-19". "I nostri risultati mostrano che un alterato senso dell'olfatto e del gusto può persistere in un numero di persone con Covid-19", ha proseguito il ricercatore. "Ciò sottolinea l'importanza di seguire le persone che sono state infettate e la necessità di ulteriori ricerche per scoprire l'entità dei problemi neurologici associati alla Covid-19", ha aggiunto.

Video

 

Ultimo aggiornamento: 25 Febbraio, 16:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA