Commerciante sotto usura
sette aguzzini a processo

Mercoledì 28 Ottobre 2020 di Viviana De Vita

Avevano stretto la cravatta al collo di un commerciante che, per andare avanti, aveva bisogno di soldi. Così prima gli avevano dato una mano con piccole somme per le quali si facevano restituire interessi importanti poi, uno di loro, gli presentò un professionista dello strozzo che lo sostenne dopo il fallimento della sua prima attività a Cava de’Tirreni per consentirgli di portare avanti l’altro negozio di abbigliamento che gestiva al centro di Salerno. Sono stati rinviati a giudizio i sette protagonisti del giro di usura ed estorsione spezzato lo scorso febbraio dalla denuncia della vittima che, rappresentato dal legale di «Emergenza legalità», l’avvocato Angela Cisale, trovò il coraggio di denunciare i suoi aguzzini facendo scattare l’arresto per cinque di loro. A firmare il rinvio a giudizio è stato il gup del tribunale di Salerno Vincenzo Pellegrino davanti al quale si è celebrata l’udienza preliminare nel corso della quale si sono costituiti parte civile il commerciante, sua figlia e l’associazione «Emergenza legalità», rappresentati tutti dall’avvocato Angela Cisale. Scatta quindi il processo per Domenico Caputano, Alfonso Cascella, Antonio Rupoli, Antonio Vallone, Maurizio Salsano, Sabato Sorrentino e Fortunato Benincasa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA