Il centro di Ematologia dell'Ospedale di Vallo
aderisce al Centro di ricerca nazionale Gimema

Giovanni D'Arena, Coordinatore Scientifico Ematologo P.O. S. Luca - ASL Salerno, Vallo della Lucania e Presidente della Società Italiana di Citometria
Giovanni D'Arena, Coordinatore Scientifico Ematologo P.O. “S. Luca”- ASL Salerno, Vallo della Lucania e Presidente della Società Italiana di Citometria
di Barbara Landi
Venerdì 2 Settembre 2022, 17:47
4 Minuti di Lettura

Il Centro di Ematologia dell’ospedale “S. Luca” di Vallo della Lucania aderisce al network di ricerca italiano GIMEMA. Si tratta di una diffusa rete collaborativa che opera su tutto il territorio nazionale, in grado di assistere il paziente, dalle più complesse attività diagnostiche all’operatività clinica. La partecipazione del San Luca di Vallo consisterà non solo nella promozione e valorizzazione dell’attività assistenziale, ma soprattutto nell’attività di ricerca scientifica.

L’ufficializzazione dell’adesione avverrà nel corso del convegno di studi in programma per domani, sabato 3 settembre a Vallo della Lucania, presso l’Aula Consiliare del Comune, con inizio alle ore 10.

Il convegno, promosso dal Responsabile del Servizio di Ematologia dell’Ospedale di Vallo, il dottor Giovanni D’Arena, in collaborazione con la Cooperativa medica Parmenide e con l’Associazione “Avrò Cura di Te”, si svolgerà in due momenti. Una prima parte istituzionale, con l’intervento del Prof. Marco Vignetti, dell’Istituto di Ematologia dell’Università “La Sapienza” di Roma, presidente del GIMEMA (Gruppo Italiano Malattie Ematologiche Maligne dell’Adulto), fondato dal prof. Franco Mandelli.

«Il Professor Vignetti illustrerà cosa rappresenta il GIMEMA per l’Ematologia e gli ematologi Italiani. Si tratta di una ricerca di livello internazionale che si sviluppa grazie all’impegno dei medici del SSN. Un vera ricerca indipendente. Si auspica che questo importante riconoscimento sia la base per ulteriori futuri sviluppi nell’attività ematologica dell’ospedale “S. Luca”», spiega Giovanni D’Arena, Coordinatore Scientifico Ematologo P.O. “S. Luca”- ASL Salerno, Vallo della Lucania e Presidente della Società Italiana di Citometria.

«Siamo una sacca di resistenza, punto di riferimento in un territorio vasto e complicato», sottolinea D’Arena. Il centro di Ematologia di Vallo, infatti, attualmente; è soltanto un servizio annesso alla Medicina Generale: nonostante la mancanza di una struttura dedicata, è divenuto un punto di riferimento sanitario per tutto il Cilento.

La seconda parte dell’incontro consisterà nell’assegnazione del Premio intitolato alla memoria del Prof. Aniello Ferrara, nativo di Santa Barbara di Ceraso in Cilento, fondatore dell’ematologia dell’Università Cattolica di Roma, giunto alla sua sesta edizione, in genere concesso a personalità di rilievo che hanno raggiunto risultati d’eccellenza nella medicina e nella ricerca scientifica, legate al Cilento per affetto o per origini.

Quest’anno il Premio sarà assegnato a Giuseppe Ippolito, ex direttore scientifico dell’Istituto Spallanzani di Roma, in prima linea nella lotta al COVID19, ed attualmente Direttore generale alla Direzione per la ricerca e l’innovazione in sanità del Ministero della Salute di Roma.

Inoltre saranno consegnati i premi delle edizione 2020 e 2021 (assegnati ma non consegnati a causa delle prescrizioni Covid) al Giovanni Pizzolo, già Ordinario di Ematologia dell’Università di Verona, al prof. Pellegrino Musto Ordinario di Ematologia dell’Università di Bari, a Vincenzo De Feo, Ordinario al Dipartimento di Farmacia dell’Università di Salerno, al Dott. Angelo Michele Carella Direttore dell’Unità Operativa di Ematologia e Trapianti di cellule staminali dell’Ospedale “Casa Sollievo della Sofferenza” di San Giovanni Rotondo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA