Laurino, per il Tar la scuola va riaperta. Esulta il M5S

di Antonio Vuolo

Le due classi della scuola IPSCT di Laurino vanno riaperte. Il Tar ha sospeso, infatti, l'efficacia dell'atto dell'ufficio scolastico provinciale, permettendo di fatto ai ragazzi di tornare a scuole.Esulta il M5S poiché nei giorni scorsi l'assessore regionale alla Scuola, Lucia Fortini, sollecitata dal consigliere regionale Michele Cammarano, aveva pubblicamente alzato bandiera bianca di fronte alla decisione dell'ufficio scolastico provinciale di Salerno di chiudere due classi dell' IPSCT di Laurino.  «La questione da noi sollevata - commenta Cammarano - testimonia l'assoluta indifferenza del governo regionale verso le aree periferiche della Campania e verso i disagi di una popolazione privata ogni giorno dei servizi essenziali. Ma è ancora più grave che a ripristinare il buon senso e la legalità vengano chiamati in causa i giudici. Non io ma la legge nazionale dice che il numero minimo di alunni necessario per la formazione delle classi può essere derogato nei comuni di montagna e Laurino rientra appieno in questo elenco. Ma allora perché la Regione Campania non si attiva politicamente, nell'ambito delle sue prerogative, per far rispettare queste norme e ripristinare il sacrosanto diritto allo studio degli studenti dei piccoli comuni? Segnaliamo a questo proposito - conclude Cammarano - che dinnanzi al tribunale regionale la Regione non ha avuto il coraggio di costituirsi nè a sostegno della chiusura delle classi e nè a sostegno dei ragazzi contro l'ufficio scolastico provinciale, segno questo di una assoluta superficialità rispetto ai veri problemi del territorio».
Venerdì 13 Ottobre 2017, 16:33 - Ultimo aggiornamento: 13-10-2017 16:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP