Incidente sulla strada statale 88,
morto centauro di 81 anni

Mercoledì 4 Agosto 2021 di Paola Florio
Incidente sulla strada statale 88, morto centauro di 81 anni

È deceduto ieri mattina Donato Aliberti. Aveva 81 anni ed era di Baronissi. L’uomo è morto in ospedale dove era stato ricoverato a seguito di un incidente stradale avvenuto il giorno precedente sulla strada statale 88 che collega i Comuni di Baronissi e Fisciano. L’episodio, in cui sono rimasti coinvolti una Audi A3 ed un motorino, si è verificato nel pomeriggio di lunedì scorso all’altezza del distributore di carburante. Il giovane al volante dell’auto, un ventisettenne di Baronissi, stava percorrendo l’asse viario in direzione di Mercato San Severino. L’ottantunenne, a bordo di uno scooter, invece, proveniva dalla direzione opposta e andava verso Baronissi.

Secondo una prima ricostruzione l’impatto tra i due veicoli sarebbe avvenuto quando la vettura ha svoltato per raggiungere l’area di servizio. Sul posto sono immediatamente giunte due ambulanze del 118 che hanno provveduto ai primi soccorsi e gli agenti della polizia municipale di Fisciano (Comune di competenza in quel tratto di strada), agli ordini del capitano Francesco della Bella, per i rilievi del caso. Entrambe le persone coinvolte nell’incidente sono state portate al pronto soccorso dell’ospedale Fucito di Curteri a Mercato San Severino per accertamenti. Ma se il ragazzo è uscito praticamente illeso dal sinistro, non si può dire lo stesso per Donato Aliberti che ha riportato lesioni alla testa (nonostante indossasse il casco) e ad una spalla. Il ferito è stato successivamente trasferito presso l’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno. Probabilmente le sue condizioni si sono aggravate ed i sanitari hanno deciso per la dislocazione. Ieri mattina la triste notizia del decesso di Donato Aliberti. Gli uomini del capitano Della Bella hanno, quindi, posto sotto sequestro i due veicoli mettendoli a disposizione dell’autorità giudiziaria in attesa di ricevere disposizioni del magistrato in merito all’esame autoptico sulla salma. L’autopsia, infatti, potrebbe dare risposte utili e più precise sulle cause della morte dell’ottantunenne. I caschi bianchi hanno anche provveduto ad acquisire le immagini delle telecamere di videosorveglianza, pubbliche e private, presenti in zona per ricostruire i fatti e verificare le responsabilità del sinistro.

Grande tristezza a Baronissi per la ferale notizia. Donato, autista di autobus in pensione, era molto conosciuto e stimato dalla comunità. Un grande dolore soprattutto per i parenti che, solo lo scorso 14 febbraio, avevano perso un altro componente del nucleo familiare. Infatti il figlio di Donato, Alberto, anch’egli autista, è deceduto per un infarto fulminante a Torino dove viveva ed era dipendente della locale azienda di trasporti.

Ultimo aggiornamento: 13:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA