Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli, «Wine&Thecity»: per la prima volta negli spazi di «Legrani»

Lunedì 13 Giugno 2022
Napoli, «Wine&Thecity»: per la prima volta negli spazi di «Legrani»

Giovedì 16 giugno, dalle ore 18.30, «Wine&thecity» entra per la prima volta negli spazi di «Legrani» il panificio con cucina che di recente ha aperto in via Verdi n°8 nel cuore della Napoli monumentale in uno dei palazzi ottocenteschi che delimitano la Galleria Umberto I, a pochi passi dal Palazzo Reale e dal Teatro di San Carlo. Un indirizzo per veri «carbo-lovers» nato dall’incontro tra il panificio «Malafronte» e pastificio «Carmiano», due realtà storiche di Gragnano espressione della migliore tradizione artigianale napoletana. Per l’occasione lo chef Giuliano Landi proporrà ai clienti un happy-hour a tema «Vino & Tapas»: in degustazione tante specialità a base di pane e pasta, punta di diamante della casa, proposte in appetitose mini-porzioni. La scelta spazia dalle focacce e pizze in teglia lavorate con farine selezionate e lievito madre e farcite con prodotti di stagione, alle polpette della tradizione cotte nel classico ragù napoletano.

Nelle mani dello chef la pasta di Gragnano Igp, realizzata con semola di grano duro e trafilata al bronzo, diventa un appetizer da mangiare in punta di dita, farcita con formaggi e salumi e poi fritta. E ancora i grissini stirati a mano, i taralli ‘nzogna e pepe, le torte rustiche. Ad accompagnare la degustazione il vino dell’azienda irpina «Cantine di Marzo» specializzata nella vinificazione di uve in purezza dalle quali si ottengono vini dotati di una complessità aromatica inconfondibile come l’iconico «Greco di Tufo» nato in azienda quasi quattro secoli fa. Nei calici due vini di gamma Premium: il «Greco di Tufo 2021» ottenuto da viti che crescono su terreni dal forte contenuto di zolfo fossile, caratterizzato da un colore giallo paglierino con riflessi dorati e da un gusto intenso e rinfrescante di mandorla, eucalipto e scorza di limone; e il vino «Irpinia Aglianico 2019» di colore rosso rubino, prodotto da uve provenienti da antichi vigneti di Tufo, particolarmente morbido e sapido al palato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA