Giulia Salemi al Festival del Cinema, maxi-spacco sul red carpet: «Mi sento una principessa»

Giulia Salemi, maxy spacco sul red carpet: «Mi sono sentita una principessa»
Giulia Salemi, maxy spacco sul red carpet: «Mi sono sentita una principessa»
Martedì 6 Settembre 2022, 18:56 - Ultimo agg. 8 Settembre, 13:40
3 Minuti di Lettura

Giulia Salemi, una vera principessa al Festival di Venezia. È tornata alla Mostra Internazionale dell'arte cinematografica dopo tre anni, ma l'emozione per l'ex gieffina è sempre la stessa. Il look da diva di Hollywood ha convinto tutti. Giulia Salemi è tornata a sfilare sul red carpet in occasione della premiere di Dont' Worry Darling, film fuori concorso della regista Olivia Wilde con protagonista Harry Styles

L'abito da fata

L'influncer per la kermesse del cinema ha indossato un abito firmato Georges Hobeika, stilista libanese che conta su Instagram 2 milioni di follower. La stessa Giulia ha dichiarato sui social: «Ho pensato di essere una fata», ed è vero perchè l'abito suscita un po' la sensazione di essere dentro una favola. La Salemi ha optato per i colori pastello, abito lungo ricamato da cristalli e leggermente piumato. Trasparente al punto giusto nella parte inferiore e poi il tocco sexy: un maxy spacco laterale all'altezza della gamba sinistra. Radiosa e sensuale, per nulla volgare. Ha illuminato la passerella accogliendo sorridente tutte le telecamere. L'abito monospalla è stato poi imprezziosito dai numerosi gioielli: orecchini pendenti con cascata di cristalli, bracciali e anelli. 

Il post su Instagram

Su Instagram l'ex gieffina ha descritto ai follower le fasi della preparazione per il make-up e l'acconciatura dei capelli. Entrambi delicati e tenui che evidenziavano il particolare fascino persiano di una delle influencer più amate dai social. Come didascalia al post ha scritto: «Dopo tre anni eccomi di nuovo qui, anche se ogni volta Venezia è sempre magica! Io sono davvero felice e grata al mio team che mi ha supportata oggi e creato questa splendida acconciatura». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA