Kate Middleton compie 40 anni: le foto inedite della duchessa e quell'omaggio a Lady Diana

Domenica 9 Gennaio 2022 di Veronica Cursi
Kate Middleton compie 40 anni: le foto inedite della duchessa e quell'omaggio a Lady Diana

Naturale, sorridente, poco trucco e nessuna acconciatura. Una duchessa moderna. Senza fronzoli. La nuova immagine che Kate Middleton, oggi splendida 40enne, vuole dare di sè è tutta in questi tre ritratti che entreranno a far parte della collezione permanente della National Portrait Gallery di Londra (museo di cui la Duchessa di Cambridge è patronessa) e che saranno mostrati in tre luoghi significativi: Berkshire, St Andrews e Anglesey, nell'ambito della mostra nazionale "Coming Home"  prima della riapertura della Galleria nel 2023. Tre fotografie, svelate in onore del compleanno della duchessa, che ha scelto un maestro della fotografia come Paolo Roversi per immortalare la nuova Kate.

Kate Middleton compie 40 anni: 10 curiosità sulla duchessa di Cambridge

Non più la ragazzina, figlia di Carole e Michael, lei hostess, lui pilota di volo della British Airways, educata e cresciuta per entrare a far parte della nobiltà inglese. Ma la futura regina, moglie di William e mamma di tre figli George Alexander Louis, Charlotte Elizabeth Diana e Louis Arthur Charles, che non sbaglia più un colpo ormai. La sua ultima apparizione, al pianoforte del concerto di Natale dalla Basilica di Westminster accanto al cantautore Tom Walker, ha superato il milione di visualizzazioni già dalla prima ora dopo la pubblicazione sull'account social dei duchi di Cambridge. 

CREDIT Paolo Roversi

Le foto inedite e l'omaggio a Diana

Il primo scatto è una foto in bianco e nero che ritrae la duchessa seduta, avvolta in abito bianco di tulle. Il secondo è un primissimo piano, dove il viso emerge da uno sfocato impalpabile; l'ultimo, invece, è un ritratto a colori. Sorriso smagliante, capelli mossi e un abito rosso firmato Alexander McQueen (come tutti gli altri indossati durante lo shooting). Negli scatti Kate non dimentica di omaggiare la regina Elisabetta e Diana. Nella foto a colori, infatti, indossa gli orecchini di diamanti di Sua Maestà. Gli stessi gioielli con i quali Elisabetta fu vista nel 2013 il giorno della giarrettiera. Gli altri due scatti in bianco e nero, invece, mostrano Kate con indosso gli orecchini pendenti di perle che appartenevano alla Principessa del Galles.

CREDIT Paolo Roversi

Il curriculum da regina

Mai una gaffe o un capello fuori posto, sempre sorridente ma distaccata, «istituzionale» nei modi, portamento da modella di cui ha anche l'altezza, 1.75, ma stile sobrio nel vestire. Catherine, duchessa di Cambridge, meglio nota come Kate Middleton, ha già superato tutti i test che la proiettano in un futuro da regina, ruolo per il quale, nonostante le sue origini borghesi, sembra essere nata. In effetti Kate, nata a Reading e cresciuta a Chapel Row, un villaggio vicino Newbury, nel Berkshire, ha le phisique du role per diventare la futura sovrana d'Inghilterra. Ha studiato storia dell'arte in Scozia all'Università di St Andrews, dove ha incontrato il principe William nel 2001.

L'incontro (non casuale) con William

Sembra sia stata la madre Carole ad iscrivere la primogenita, senza una goccia di sangue blu, proprio in quella università dove studiava il principe William per farle prendere marito. E non uno qualunque. Mai investimento si rivelò più proficuo. Stessa città, stessa università, stesso corso di Storia dell'Arte. All'inizio una semplice amicizia, che nel tempo si è trasformata in qualcosa di più profondo. Perchè Kate Middleton, non ancora duchessa di Cambridge, è sempre stata una persona su cui poter contare. Si parla poco della coppia Kate -William, anche per non dare in pasto il loro idillio alla stampa. Tutto sotto tono, protetti da una cerchia di amici fidatissimi. Poche uscite sotto i flash dei fotografi, un'unica prima pagina per gli amanti del gossip. Nel gennaio 2002 miss Middleton sfila per beneficienza in lingerie. La 'svolta sexy' scrissero i giornali. E l'esclamazione dell'erede al trono seduto in prima fila ('Wow, Kate is hot!'). Da quel giorno non si sarebbero più lasciati.

CREDIT Paolo Roversi

Il fidanzamento ufficiale viene annunciato nel novembre del 2010. Lei in abito bluette, semplicissimo, un wrap dress, stile Diana von Furstenberg, al dito lo zaffiro di Lady Diana. Sembra che il principe William abbia chiesto di sposarlo in Kenia, la proposta di matrimonio in ginocchio, come ormai accade solo nelle favole. Dopo 8 anni di fidanzamento (la stampa brittanica l'aveva soprannominata 'Waity -Katiè, ovvero Kate che aspetta), tra alti e bassi, 'divorzì e riappacificazioni, miss Middleton accetta la proposta e il 29 aprile 2011, dichiarata festività nazionale, convola a giuste nozze nell'abbazia di Westminster alla presenza della regina, di tutta la famiglia reale e di oltre 1900 invitati. 

Il matrimonio da favola e quelle parole sussurate all'orecchio

Indimenticabili le parole sussurrate all'orecchio alla neo sposa dal principe William in uniforme scarlatta delle Irish Guards, appena percepite nella lunga diretta tv, 'I love you, you look beautiful'. Lui giunge a bordo di una Bentley State Limousine, lei, accompagnata dal padre e in abito Sarah Burton per la maison Alexander McQueen, in una delle due Rolls Royce Phantom VI (la Silver Jubilee Car). Indossa un paio di orecchini di diamanti regalo dei genitori e la tiara di Cartier del 1936, semplicissima senza sfarzo alcuno, 'prestatà dalla regina Elisabetta. Apparteneva alla madre ed era stato un regalo del padre, ancora duca di York e futuro re Giorgio VI. Qualche ora prima del matrimonio al principe William erano stati conferiti i titoli di duca di Cambridge, conte di Strathearn e barone di Carrickfergus: Catherine Middleton diventa sua altezza reale Catherine. Nessun regalo ai giovani sposi, ma una lista di nozze solidale con donazioni distribuite tra le 26 Ong con varie missioni umanitarie scelte dagli sposi. Un matrimonio incoronato dalla nascita di tre figli, George Alexander Louis, Charlotte Elizabeth Diana e Louis Arthur Charles, terzo, quarta e quinto in linea di successione al trono del Regno Unito.

Kate Middleton effect

Kate piace molto al popolo britannico. Il suo stile è molto imitato. Come del resto accadeva alla sua compianta suocera, la principessa del popolo Lady Diana, che aveva dettato legge per oltre un decennio nella moda con pettinature e abiti, prima di morire prematuramente in un incidente d'auto sotto al Ponte de l'Alma a Parigi, nel 1997. L'impatto avuto da Catherine sulla moda e sui costumi inglesi ed americani è stato definito dai media come « Kate Middleton effect». Un abito indossato e fotografato su Kate diventa il giorno dopo introvabile. Ma la duchessa è amata molto anche dalla stampa. Anche se lei, a differenza della ribelle cognata Meghan Markle, moglie del principe Harry, con i giornalisti tace. Nonostante l'estrema riservatezza tra la stampa e Catherine è stato amore a prima vista, tanto che nel 2012 e nel 2013, Kate è stata prescelta tra le «100 persone più influenti nel mondo» dalla rivista Time. Considerata soprattutto nel Regno Unito un'icona di stile, diversi siti internet e settimanali, compresi Vanity Fair e Style.com l'hanno inclusa nelle loro classifiche. Il sito BeautifulPeople.com l'ha inserita al terzo posto nella hit delle reali più belle di sempre, dietro a Grace di Monaco e Rania di Giordania, e davanti alla defunta suocera, Lady Diana Spencer. Nel Regno Unito le sono state dedicate delle bambole.

Il paragone con Diana

L'immagine di Kate Middleton è spesso accostata a quella di Diana, sia per quanto riguarda lo stile che per quanto riguarda l'impegno sociale: la principessa del Galles dava sostegno a varie associazioni (si ricordano le campagne da lei sostenute contro l'AIDS e le mine antiuomo), mentre Catherine dà il proprio supporto ad alcune associazioni i cui nomi furono resi noti nel 2012. Per celebrare i 50 anni della principessa del Galles, il settimanale Newsweek nel 2011 ha pubblicato in copertina un fotomontaggio in cui le due reali camminano vicine. Ecco allora che, ripercorrendo i primi quarant'anni della duchessa, scopriamo una donna che con tenacia ha saputo integrarsi nella royal family più complicata del mondo, ma anche addomesticare la temibile stampa britannica. Ricordando i suoi outfit più ammirati ne calcoliamo il valore economico per il suo Paese e per il brand monarchia. Rileggendo le interviste e i reportage scandalistici notiamo le minuscole crepe in una facciata perfetta, tra faticose gravidanze, condite da nausee mattutine di cui parlavano ogni giorno i tabloid, sussurri e ipocrisie, problemi alimentari mai confermati, gelosie e rivalità, rapporti familiari a volte molto tesi. Ad aleggiare su tutto, l'indimenticato fantasma della suocera, Lady Diana, visto che Kate, prima che regina, sarà la prossima Principessa del Galles, un titolo pesante come una corona. Eva Grippa, giornalista di Repubblica, royal watcher per passione, ha dedicato una biografia alla duchessa di Cambridge, intitolato « Kate, Luci e ombre sulla futura regina» (De Agostini, 224 pp, euro 17), in uscita l'11 gennaio, dove «spacchetta» un'immagine, quella dell'inappuntabile moglie, madre e queen to be, costruita a uso e consumo del pubblico. 

Ultimo aggiornamento: 17:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento