Re Carlo III senza Palazzo, dovrà stare lontano da Buckingham Palace per i prossimi 5 anni

L'arrivo di Re Carlo e Camilla a Buckingham Palace
L'arrivo di Re Carlo e Camilla a Buckingham Palace
di Simona Antonucci
Sabato 15 Ottobre 2022, 18:01 - Ultimo agg. 17 Ottobre, 09:44
4 Minuti di Lettura

Un Re, senza un Palazzo. Re Carlo III, per i prossimi cinque anni, non potrà trasferirsi a Buckingham Palace dove sono in corso lavori di ristrutturazione, decisamente impegnativi, da 370 milioni di sterline. Senza un Palazzo, il neo Re dispone comunque di molti altri “tetti”: Clarence House, il Castello di Windsor e Sandringham, nel Norfolk. Per la coppia reale, Carlo III (73 anni) e la regina consorte Camilla (75), sarebbero infatti previsti traslochi infrasettimanali, nelle varie residenze: vivranno a Clarence House (non troppo distante da Buckingham Palace) per tre giorni alla settimana e al Castello di Windsor per due, mentre durante i fine settimana la meta prescelta sarà Sandringham, nel Norfolk.

Harry, Meghan Markle e il retroscena su documentario Netflix: «Si sono contraddetti molte volte lasciando i registi confusi»

LE FOTO DI HARRY E MEGHAN

Corone itineranti ancora per un bel po’. Il palazzo (dove sono ricomparse alcune foto di Harry e Meghan Markle, che in passato erano state rimosse a causa del loro scandaloso addio alla corona) è solo a metà del suo programma di riparazione decennale: un mega cantiere che comprende nuovi impianti elettrici, idraulici e di riscaldamento. Risultato: resterà in gran parte inabitabile fino al 2027, anche se nel frattempo il Re potrà utilizzarlo per lavoro e riunioni.

 

La sede centrale” della monarchia britannica

Carlo, tra l’altro, non ha mai amato particolarmente il Palazzo e la storica “sede centrale” della monarchia britannica potrebbe essere usata in futuro solo per gli eventi ufficiali, come banchetti, ricevimenti e investiture. Per di più, Carlo vorrebbe fare del Palazzo sempre più una casa aperta per il pubblico. Del resto, alla morte di Giorgio VI, anche Elisabetta e Filippo, che vivevano a Clarence House come adesso Carlo, opposero una iniziale resistenza all’idea di trasferirvisi: e furono convinti solo dalle pressioni della Corte. E dopotutto è solo dall’epoca della regina Vittoria, dunque relativamente recente, che è diventato la residenza ufficiale dei sovrani.

Un Re con la valigia

Ma l’idea di avere un Re con la valigia desta comunque qualche perplessità. E c’è già chi mormora: «I lavori di ristrutturazione sono molto in ritardo rispetto alla tabella di marcia, ma il Monarca dovrebbe vivere a Buckingham Palace». E chi commenta: «Buckingham Palace è il cuore della monarchia a Londra, così rischia di diventare solo un’attrazione turistica». Insomma: «Abbiamo di fatto un re senza un palazzo in cui vivere».

La Regina Madre

Per il Re, le varie residenze, sono comunque case del cuore, da sempre. Carlo e Camilla si trasferirono a Clarence House già nel 2003, dopo la morte della Regina Madre avvenuta un anno prima. L’edificio, che ha 200 anni, si trova a pochi passi dal Palazzo, lungo The Mall. Carlo ha anche delle stanze nel Castello di Windsor e vi ha soggiornato almeno una volta alla settimana nell’ultimo anno, quando sua madre aveva problemi di mobilità. Quest’anno avrebbe in programma di trascorrere un Natale in famiglia a Sandringham, il primo in tre anni a causa del coronavirus, ma soprattutto il primo dopo la morte della mamma, Elsabetta. Dal 2018 gestisce una fattoria biologica nella tenuta di Norfolked ed è molto legato a Sandringham che da sempre rappresenta il suo ritiro. Chissà se il suo desiderio riuscirà a intrecciarsi con le agende della Famiglia reale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA