Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Turisti maleducati con una cameriera, il ristorante chiude prima: «Nessuno può trattare male il mio staff»

La scelta della manager dopo aver visto la dipendente in lacrime durante la settimana più impegnativa dell'anno a causa del grande afflusso di clienti

Martedì 2 Agosto 2022
Turisti maleducati con una cameriera, il ristorante chiude prima: «Nessuno può trattare male il mio staff»

Chiudere il locale in anticipo e tenere la saracinesca abbassata per il resto della settimana nel periodo in cui si fanno più affari. Sembra una mossa suicida, eppure è esattamente quello che ha fatto la titolare di un ristorante dopo essersi ritrovata a dover consolare una cameriera in lacrime a causa dei maltrattamenti ricevuti da clienti, turisti, maleducati e irrispettosi. 

La cameriera in lacrime

L'episodio è avvenuto a Charlevoix, nel Michigan, durante la settimana del Venetian Festival, una festa che porta in città più di 100mila persone che affollano bar e ristoranti. Sicuramente una manna dal cielo per gli affari, ma non sempre i turisti riescono a mantenere un comportamento educato. Larah Moore, la direttrice generale dell'East Park Tavern, è rimasta scioccata dopo aver visto uno dei suoi dipendenti crollare dopo i maltrattamenti di un cliente. «Stava piangendo - ha raccontato a un giornale locale - e ho semplicemente preso da parte il mio manager della cucina, ed entrambi abbiamo deciso che ne avevamo abbastanza».

Il post virale su Facebook

Moore ha ritenuto necessario prendere una posizione, così ha affisso all'esterno del locale un cartello con su scritto: «A causa di maltrattamenti ai nostri camerieri, la cucina è chiusa». Si è poi rivolta a Facebook, pubblicando un lingo post che ha riscosso enorme successo, con quasi diecimila condivisioni. «Ho lavorato nel centro di Charlevoix per gran parte della mia vita adulta durante Venetian. Di solito è fantastico, impegnativo, ma divertente e utile», si legge nel post. «Sono così incredibilmente delusa e imbarazzata dai turisti che abbiamo quest'anno. Il mio staff ha preso una pausa per tutta la settimana. Ieri sera è stata la nostra ultima goccia. Troppi commenti maleducati. Troppe persone arroganti che si comportano come se potessero buttarci soldi addosso per ottenere ciò che vogliono. Troppi idioti arroganti». «Nessuno può trattare il mio staff come spazzatura», ha continuato. «Siamo qui per garantire ottimo cibo, bevande e qualità del tempo trascorso con noi. Non siamo qui per essere maltrattati. Non lo tollereremo più». Il post è diventato subito virale. Molti erano d'accordo e simpatizzavano con lei. Molte persone del posto sembravano concordare sul fatto che la folla quest'anno fosse particolarmente turbolenta. 

Ultimo aggiornamento: 6 Agosto, 08:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA