CORONAVIRUS

Nba, dai giocatori ok al taglio
del 25 per cento degli stipendi

Sabato 18 Aprile 2020
La Nba e il sindacato dei giocatori stanno per chiudere l'accordo su un piano che prevede una trattenuta del 25% dello stipendio di ogni atleta a partire dal 15 maggio. Lo riferisce l'emittente sportiva Espn, citando fonti sue fonti secondo le quali la ratifica formale del piano è molto vicina. L'accordo fornirebbe una graduale riduzione degli stipendi dei giocatori qualora la clausola di «forza maggiore» prevista dal contratto collettivo venisse applicata in seguito alla cancellazione delle partite della stagione regolare. Sebbene dall'11 marzo il campionato Usa di basket sia fermo, i giocatori hanno continuato a ricevere i loro stipendi senza riduzioni e li riceveranno anche il prossimo 1° maggio. Secondo il piano, i soldi trattenuti verrebbero accantonati e pagati ai giocatori se la stagione dovesse riprendere e chiudersi con tutti gli incontri in programma giocati. In caso contrario, le squadre tratterrebbero una percentuale degli stipendi in base al numero di partite non disputate.

LEGGI ANCHE--> Coronavirus, Trump: «Stufo delle vecchie partite in tv, chiamo i commissioner sport» Ultimo aggiornamento: 13:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA