Silvio Berlusconi, il Cavaliere della politica italiana

Nato a Milano il 29 settembre 1936, Silvio Berlusconi è cavaliere del lavoro dal 1977 per le sue attività imprenditoriali nel campo dell'edilizia e dell'editoria. 

Del 1993 è la celebre discesa in campo con la nascita del partito politico destra Forza Italia, confluito nel 2008 ne Il Popolo della Libertà e poi rilanciato nel 2013. Il Cavaliere ha segnato la vita politica italiana dalla metà degli anni Novanta in poi con un atteggiamento tipico che è stato definito berlusconismo, ampiamente sostenuto dai suoi seguaci politici e dai suoi elettori, entrando fortemente anche nella cultura di massa e nell'immaginario collettivo italiano ed estero, ma suscitando anche un duro antiberlusconismo da parte degli oppositori, che ne hanno più volte sottolineato il conflitto di interessi accusandolo di emanazione di leggi ad personam. 

Eletto alla Camera dei deputati nel marzo 1994, è stato quattro volte presidente del Consiglio dei ministri tra il 1994 e il 2011: con 3.340 giorni complessivi è il politico che è rimasto in carica più a lungo nel ruolo di premier dell'Italia repubblicana, superato in epoche precedenti solo da Mussolini e Giolitti. 

Più volte indagato dalla magistratura, è stato imputato in oltre venti procedimenti giudiziari. Nell'agosto 2013 è stato condannato a quattro anni di reclusione per frode fiscale nel cosiddetto processo Mediaset. 

risultati per "SILVIO BERLUSCONI"

caricamento

LETTERE AL DIRETTORE

EDITORIALE

di Massimo Adinolfi

Il Quirinale, certamente. La preoccupazione di dare al Paese una guida autorevole e rispettata, in grado di impersonare al meglio l’unità nazionale. Ma non è la sola preoccupazione dei leader politici, in questo momento. Anzi, viene il dubbio che non sia nemmeno la principale, e che all’ombra del Colle si giochino altre, più sostanziose partite. Che ci sia altra ciccia, insomma.  Prendete il centrodestra,...

... continua

COVID-19 La mappa del contagio

Speciale Università
Concorsi P.A.