CORONAVIRUS

Coronavirus, cancellato il Salone del libro di Parigi, la Francia vara misure d'emergenza

Lunedì 2 Marzo 2020
Turiste con la mascherina al Louvre
Un altro colpo per la cultura, a causa del coronavirus: il Salone del libro di Parigi, in programma dal 20 al 23 marzo, alle porte di Versailles, è stato annullato. Vincent Montagne, presidente del "Syndicat national de l’édition" (SNE), ha dichiarato a Le Monde che la decisione è stata presa «a malincuore», d'intesa con gli organizzatori Reed Expositions, «per ragioni di sanità pubblica». 

Editoria, festival chiusi per coronavirus: ecco la mappa della cancellazioni, da Roma a Milano

Si trattava comunque di una decisione obbligata, perché sabato scorso il governo francese aveva varato nuove misure per fronteggiare l'epidemia, vietando le manifestazioni pubbliche con più di cinquemila persone, e il Salone ne attira 160 mila, con editori provenienti da cinquanta Paesi del mondo. Quest'anno la nazione ospite d'onore sarebbe stata l'India.

Il Salone di Parigi non è che l'ultimo di una serie di eventi culturali annullati: in Italia sono già stati cancellati "I Boreali" a Milano, mente ha subito uno slittamento a maggio il festival dei libri per ragazzi di Bologna. Si terrà, invece, Libri come, all'Auditorium Parco della Musica di Roma, ma non ci sarà, per ovvie ragioni, uno dei suoi ospiti più importanti, Luis Sepúlveda, ricoverato a Oviedo, in Spagna, per una infezione da coronavirus.

Boom di Camus, King, Saramago, Koontz: la letteratura al tempo del coronavirus

La Francia ha alzato la guardia contro l'epidemia, e ordinato la chiusura di molte scuole nelle regioni più a rischio,  dall'Oise alla Bretagna, ed ha sospeso le gite scolastiche all'estero. Ultimo aggiornamento: 12:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA