Digita, si chiude il secondo anno:
formati cinquanta giovani talenti

Chiusura dell’anno accademico 2018-2019 di Digita, la Digital Transformation & Industry Innovation Academy promossa dall’Università Federico II di Napoli e da Deloitte Digital, esempio virtuoso di collaborazione fra università e aziende per la formazione delle professioni digitali del futuro sul territorio campano.

A tal proposito Gaetano Manfredi, rettore della Federico II e presidente della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, afferma: «L’esperienza di Digita testimonia l’integrazione felice tra i percorsi tradizionali del nostro Ateneo e le Academy. Questo nuovo format consente ai nostri studenti di raggiungere un livello di eccellenza nella formazione e di avere opportunità di lavoro qualificate che sono testimoniate anche dall’entusiasmo delle imprese partner».

Pierluigi Brienza, partner Deloitte responsabile dell’iniziativa, prosegue: «Grazie alla preziosa collaborazione con l’Università Federico II, Digita rappresenta per Deloitte un caso di successo e un hub riconosciuto a livello locale e nazionale per la formazione specialistica. Attraverso Digita abbiamo ampliato il nostro organico a Napoli, dando l’opportunità a 39 ragazzi - di cui 17 assunti a seguito del loro percorso di formazione in Academy - di far parte del nostro network».

L’esclusivo percorso didattico (teorico e pratico) è nato nel 2017 con l’obiettivo di fornire a giovani talenti le competenze necessarie a colmare il gap tra le aziende e l’ecosistema Digital e Industry 4.0. Il modello formativo di Digita offre un percorso didattico in aula della durata di 9 mesi e attività applicata all’interno delle aziende coinvolte, con modalità di training on the job, per permettere di sperimentare la realtà lavorativa interagendo con i colleghi nel loro quotidiano.

Il primo anno accademico si è concluso con la partecipazione di 46 studenti e la realizzazione di 26 progetti, di cui 17 realizzati presso Deloitte e 9 presso aziende partner dell’iniziativa. Dei 46 studenti, il 92% ha ricevuto un’offerta di lavoro e il 70% ha firmato un contratto di lavoro. Al secondo anno accademico, su 275 domande pervenute, sono stati ammessi 50 giovani talenti provenienti da percorsi di studi ingegneristici, economici, scientifici e umanistici con una distribuzione equa di genere.

Le aziende partner - distribuite tra Milano, Roma, Napoli e Torino, sono salite a ben 82 (+ 10 rispetto allo scorso anno) e sono stati 41 i progetti svolti (+ 15), di cui 22 in Deloitte. Rispetto al primo anno di corsi sono poi aumentate le ore dedicate all’informatica (+52%), i dipartimenti dell’Università di Napoli coinvolti (10) e le iniziative come i seminari, i bootcamp e gli hackathon - come ad esempio il Salesforce Bootcamp che con 2,5 settimane di formazione all'interno di Digita ha formato più di 70 nuovi esperti Salesforce.

L’evento è svolto presso l’Auditorium del Polo Universitario di San Giovanni a Teduccio - un’aula ipertecnologica e predisposta al modello del “Blended Learning”, ovvero dell’apprendimento misto/ibrido, in grado di ospitare un mix di ambienti d'apprendimento diversi nello stesso momento.
Venerdì 19 Luglio 2019, 14:35 - Ultimo aggiornamento: 19-07-2019 14:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA