I writers fanno rinascere Bagnoli: «E ora un albo degli artisti di strada»

di Attilio Iannuzzo

NAPOLI – Colori, armonia, talento per restituire dignità alle facciate ferroviarie. Un gruppo di giovani artisti di strada, sperimenta l'idea di creare un murales sulle facciata della stazione della Cumana di Bagnoli a costo zero per l’Eav. La presentazione sarà ufficializzata sabato mattina. Ma le novità non sono finite qui. La Regione Campania ha istituito un albo dei writers per valorizzare il loro talento. Gli artisti potranno in questo modo accreditarsi per riqualificare le stazioni napoletane. 

«Abbiamo autorizzato – dichiara Il Presidente Eav Umberto De Gregorio – l’intervento, in via sperimentale, di questi ragazzi, che hanno lavorato prevalentemente di notte e ci hanno informato costantemente delle loro attività. Il risultato finale appare particolarmente interessante. Tra l'altro - aggiunge De Gregorio - i giovani artisti si sono completamente autofinanziati, senza alcuna spesa a carico dell’Eav». Circa tre mesi di organizzazione, con sopralluoghi, ricerche ed autorizzazioni oltre alle 114 ore di lavoro, hanno consentito la rinascita della stazione ferroviaria con l’intento di renderla una nuova meta turistica particolare dell’area ovest di Napoli.

Luca Brancaccio, il direttore di esercizio linea metropolitana Eav, il tecnico che ha seguito il progetto si dice soddisfatto del progetto: «Considerato il successo dell’esperimento, intendiamo approvare un regolamento interno che porterà all'istituzione dell’albo dei writers. Ho già predisposto una prima bozza e non appena saremo pronti, qualsiasi ragazzo che sia intenzionato a fare opere nelle nostre stazioni potrà iscriversi, presentare un progetto, discuterlo e, previa autorizzazione, procedere».
Venerdì 12 Ottobre 2018, 17:33 - Ultimo aggiornamento: 12-10-2018 17:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP