Ressa agli hub vaccinali in Campania, l'appello dal M5s:«Ripristinare sistema prenotazioni»

Sabato 8 Gennaio 2022
Ciarambino

«Le resse, sempre più frequenti, effetto di lunghe e interminabili code che registriamo oramai quotidianamente in quasi tutti hub vaccinali della Campania, devono indurre a ripensare la strategia attualmente in atto per l'effettuazione di vaccini. I dati allarmanti sull'incremento della diffusione del contagio hanno determinato, inevitabilmente, una corsa ad effettuare il vaccino, con l'effetto di provocare ovunque assembramenti rischiosi e disordinati di cittadini presso hub e drive in.

E non sono rari i casi di aggressioni verbali agli operatori sanitari o tra gli stessi cittadini in fila, richiedendo spesso l'intervento delle forze di polizia». Così la vicepresidente del consiglio regionale della Campania e capogruppo M5s Valeria Ciarambino e il consigliere regionale del Movimento 5 stelle Luigi Cirillo, che sulla questione hanno inviato una nota al governatore della Campania, al direttore generale Tutela della salute del servizio sanitario regionale e al coordinatore della task force Covid-19, chiedendo che sia al presto più riattivato il sistema di prenotazione.

Video

«Nella prima fase vaccinale, grazie al sistema delle prenotazioni adottato su tutto il territorio regionale, abbiamo ottenuto ottimi risultati. Dobbiamo tornare a quel modello che consentiva di proteggere i cittadini, distribuendo al meglio i flussi nell'arco dell'intera giornata ed evitando picchi di affluenza in determinate fasce orarie. La nostra proposta- sottolineano Ciarambino e Cirillo - raccoglie l'appello di diversi sindaci, alle prese ogni giorno con disagi che si registrano sui rispettivi territori, ma tiene anche conto di un annunciato incremento delle vaccinazioni, con l'introduzione dell'obbligo per gli over 50, della scadenza anticipata dei green pass e di maggiore richiesta da parte della popolazione studentesca».

Ultimo aggiornamento: 9 Gennaio, 08:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA