Asi, Battiston dimissionato: spoil system o epurazione?

di Mario Ajello

Il tweet si sa, ed è quello in cui Roberto Battiston annuncia che è stato dimissionato da presidente dell'Asi: "Oggi il ministro del Miur, Bussetti, con mia sorpresa mi ha comunicato la revoca immediata dall'incarico di presidente dell'Agenzia spaziale italiana. È il primo spoil system di ente di ricerca". Ma dietro questa mossa c'è tutta una storia.

Battiston, scienziato di grande rango scientifico e accademico e di fama internazionale, è una figura assai apprezzata dal presidente Mattarella. Non è stato difeso da Luigi Di Maio. È stato mandato via su volere del ministro leghista dell'Istruzione (Bussetti è vicino a Giancarlo Giorgetti), all'insaputa di Fioramonti, che è il viceministro grillino al Miur senza deleghe importanti e impossibilitato a difenderlo. L'importanza strategica del settore spaziale e aerospaziale da subito è stata capita dai leghisti di governo. La delega su questo comparto a Palazzo Chigi la detiene Giorgetti. Ed era nell'aria che Battiston - dopo che Gentiloni prima di lasciare all'indomani delle elezioni del 4 marzo lo aveva riconfermato in extremis al vertice sostanziosissimo dell'Asi - venisse dimissionato dai giallo-verdi, anzi più dai verdi che dai gialli che in questo comparto economico, industriale, culturale notevolissimo non toccano palla. Dunque spoil system ai danni di Battiston. O epurazione.
Martedì 6 Novembre 2018, 17:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-11-06 18:53:47
Occupazione a tutto campo. E lo chiamano il governo del cambiamento. Per questi non vale nulla il merito. Vogliono in certi posti solo persone funzionali ad un loro non ben chiaro progetto. Si capisce anche da questo episodio che i Cinquestelle non valgono un fico secco.

QUICKMAP