Gianluca Brioschi, morto in Cina il manager padovano: trovato a terra privo di sensi in hotel dopo un malore. Mistero sulle cause

Il decesso è avvenuto venerdì 13 aprile, l'uomo aveva 54 anni

Domenica 14 Aprile 2024, 08:27 - Ultimo agg. 23 Maggio, 17:58
2 Minuti di Lettura

Precisiamo che la fotografia precedentemente pubblicata a corredo dell’articolo ritraeva un soggetto (omonimo) che non è il reale protagonista della notizia riportata. Ce ne scusiamo con l'interessato.

Mistero intorno alla morte di Gianluca Brioschi, manager padovano di 54 anni, il cui corpo senza vita è stato rinvenuto venerdì (12 aprile) nella sua stanza d'albergo a Shandon, provincia orientale della Cina. A compiere la macabra scoperto sono stati due colleghi con i quali si trovava nel paese orientale, preoccupati non avendolo visto scendere nella hall per la colazione. Hanno quindi chiesto di accedere alla stanza del collega e lo hanno trovato già deceduto. Inutili i tentativi di rianimarlo dei soccorritori, attivati subito.

Chi era Brioschi

Gianluca Brioschi, responsabile acquisti della Arneg, un'azienda di sistemi di refrigerazione, era uno dei manager più stimati della ditta padovana, con sede a Pieve di Curtarolo.

Si trovava in cina per partecipare a una fiera di settore, dedicata ai sistemi di produzione del ghiaccio. La sera prima, l'uomo era stato a cena con i due colleghi, senza mostrare alcun segno di sofferenza o altro che facesse pensare a una condizione precaria di salute. Brioschi era diventato nuovamente padre, di una bimba, e la piccola, raccontano, era al centro dei suoi pensieri. 

La morte

Nessuno si è ancora espresso sulle cause della morte, che potrebbero però essere naturali, dovute ad un malore improvviso che non ha dato scampo al manager. A quanto pare, l'uomo si sarebbe sentito male subito dopo essersi svegliato. Non vedendolo scendere per la colazione, i due colleghi hanno dato l'allarme e i responsabili dell'hotel hanno subito aperto la porta della stanza di Brioschi: l'hanno trovato riverso a terra privo di sensi. Inutili i tentativi di rianimarlo. Non appena giungerà il nullaosta, la salma verrà trasportata in Italia e affidata ai familiari del manager per organizzare le esequie. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA