Avvocato aggredisce collega
tensione alla cittadella giudiziaria

di Viviana De Vita

E’ andato in escandescenza davanti all’aula 306 della cittadella giudiziaria dove doveva patrocinare un procedimento civile. Sono dovuti intervenire gli agenti addetti alla sicurezza per calmare un avvocato originario della costiera amalfitana che, mercoledì mattina, ha perso la calma aggredendo verbalmente persino l’avvocato di controparte. Nonostante i tentativi della sorveglianza di calmare il professionista, la situazione stava precipitando ed è stato necessario l’intervento del 113. Gli agenti di polizia hanno identificato l’avvocato e, solo dopo un po’ di tempo, la situazione è tornata sotto controllo e il giudice Morrone ha potuto così trattare il procedimento dove era impegnato il legale. La tensione, al terzo piano della palazzina B della cittadella, era altissima già alle 9 del mattino quando il professionista, che sembra stia attraversando un periodo molto difficile, ha cominciato ad urlare perché lamentava di essere rimasto per ore davanti al tribunale, prima di poter entrare. Poi, attraverso un crescendo di tensione, si è reso necessario l’intervento del 113.
Giovedì 7 Febbraio 2019, 18:01 - Ultimo aggiornamento: 07-02-2019 18:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP