Gabriele compie novant'anni:
da settanta è portatore della Madonna

Martedì 3 Dicembre 2019 di Paola Florio
Gabriele Galdi a breve di anni ne compirà novanta, ma a vederlo sembra ancora un giovanotto, sarà forse perché negli ultimi settant’anni non si è mai perso una processione della festa patronale di Antessano dedicata alla Madonna S.S. Maria Addolorata di Baronissi. Una tradizione che lo vede portatore della statua, ma non prima di averla preparata e rivestita d’oro per l’occasione. Lui dirige la processione, si occupa delle scenografie, tutte cose tecniche che ad un occhio poco attento potrebbero sembrare semplici ed invece devono necessariamente essere perfette perché tutto fili liscio. 

Ed è proprio per ringraziarlo che l’intera comunità di Antessano e il parroco don Alfonso D’Alessio lo hanno festeggiato consegnandogli una targa a testimonianza del suo impegno e della sua dedizione. «Se la Madonna mi vuole continuerò a portarla» dice Gabriele ricordando che solo nel 1952 non riuscì a partecipare alla processione perché chiamato al servizio di leva. La sua è una tradizione che si perpetua da generazioni. Alla scomparsa del padre, infatti, prese il suo posto, mentre oggi è il figlio più piccolo, Raffaele, a seguirlo ormai da trent’anni nel percorso di una storia che ha come filo conduttore Gabriele Galdi. Un papà orgoglioso di una continuità familiare, ma anche un esempio per i più giovani ai quali vorrebbe far comprendere la bellezza di una tradizione di fede che si ripete annualmente e che riempie gli animi e i cuori di condivisione e di gioia.  Ultimo aggiornamento: 07:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA