Guerra di vicinato, denunciati due giovani
per intimidazioni a un contadino

Martedì 13 Ottobre 2020 di Paolo Panaro

Sparano colpi di pistola contro un contadino e vengono denunciati dai carabinieri. È accaduto a Serre, gli autori dell’atto intimidatorio, due giovani entrambi ebolitani di 21 anni, sono stati denunciati a piede libero dai carabinieri agli ordini del capitano Tanzilli. Erano a bordo di un’auto e all’improvviso hanno preso a pistolettate un contadino che arava il suo terreno, vicino ad un fondo agricolo di loro proprietà. I colpi non hanno raggiunto la mira, i carabinieri hanno accertato che tra i due pistoleri e il contadino c’erano vecchi rancori. Un’azione intimidatoria compiuta dai giovani ebolitani per convincere il contadino a non superare i confini del suo terreno. I militari hanno individuato i due che avevano sparato e nelle loro abitazioni hanno rinvenuto l’arma da fuoco utilizzata per intimidire il contadino, le munizioni e due fucili, il tutto sequestrato, mentre i due giovani che detenevano illegalmente pistola, fucili e munizioni sono stati denunciati a piede libero.

L’episodio poteva aver un epilogo ben più grave se i colpi di pistola avessero raggiunto il contadino, che possiede un terreno al confine con un fondo agricolo dei giovani che volevano intimidirlo. Subito dopo l’azione intimidatoria i giovanotti sono fuggiti, ma sono stati allertati i carabinieri che li hanno individuati e denunciati. I militari di Eboli hanno intensificato i controlli per reprimere ogni tipo di reato.

 

Ultimo aggiornamento: 12:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA