Incubo baby bulli: raid al Corso
tra bambini e anziani

di Simona Chiariello

2
  • 6
Corse in bici in piena zona pedonale, schiamazzi e atti vandalici in villa. Continua da parte dei residenti del centro storico la lotta agli «incivili» che risponderebbero ad un chiaro, quanto desolante identikit: ragazzi e ragazze, minorenni, anche meno di 13 anni. Le proteste, invece, sono eterogenee, perchè a lamentarsi non sono solo i residenti, ma semplici passanti e frequentatori degli spazi pubblici. Nei giorni scorsi, nei pressi di uno dei nuovi negozi distributori h24 del corso Umberto I, un gruppetto di ragazzini in bici per poco non ha investito un’anziana che stava rientrando nel suo portone di casa. «Purtroppo non è la prima volta - spiega una giovane signora - Ho assistito alla scena e tremato per la signora anziana. Temevo che le facessero perdere l’equilibrio. Non si potrebbe andare in bici, nè correre come pazzi, ma c’è di più e di peggio. Quando abbiamo ripreso quei ragazzini, ci hanno guardato con aria di sfida e rivolte parolacce. Erano bulli senza alcuna educazione. I controlli e le multe servono, ma qui parliamo di ben altro. Si tratta di inciviltà e maleducazione». Poco distante, in via Schreiber, a protestare sono i residenti perchè la villetta comunale continua ad essere preda dei vandali.
Martedì 10 Settembre 2019, 07:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2019-09-10 09:30:10
non potete parlare di bici... anche in questo caso. 1) aspettiamo una schifosa pista ciclabile da anni. 2) non c'è un (e dico uno) parco attrezzato per fare attività con bici o skateboard (per non parlare di altri sport). 3) non c'è ne educazione da parte dei ragazzi (ma per questo andrebbero "incriminati" genitori e professori) ne tolleranza da parte degli anziani (che si sentono sempre al di sopra di tutti). insomma Salerno è una città monotona e ormai quasi spenta che alimenta solo questo tipo di comportamenti.
2019-09-10 08:21:17
E le stelle stanno a guardare !!!!!!!

QUICKMAP