Tiramisù, anche quest'anno la Coppa del mondo del dolce italiano più conosciuto

Sabato 20 Marzo 2021
Tiramisù, anche quest'anno la Coppa del mondo del dolce italiano più conosciuto

Torna online domani il "food day". Quest'anno è dedicato al tiramisù, una nostra idea che ha conquistato il mondo. Nel 2017 si svolse la prima celebrazione, negli Stati Uniti a New York City e in Italia a Trieste, negli stores di Eataly. Poi nel 2018 e 2019 hanno avuto luogo degli appassionanti contest al parco agrolimentare FICO di Bologna. L'anno scorso, nel 2020, ci sono state dirette online.

Quest'anno il partner principale della festa è la Tiramisù World Cup – format di grande successo nato a Treviso e disputato in più occasioni -, la cui prima sfida del 2021 si svolgerà proprio domenica 21 marzo, in modo virtuale, sui canali social TWC, a cui parteciperanno trenta concorrenti che daranno vita alle loro ricette (creative e originali), valutate da una giuria di esperti.

In particolare dalle 18,00 alle 21,00 ci sarà un collegamento di 3 ore con food blogger, chef ed istituzioni estere (dagli USA, Russia e Canada), che dialogheranno con Francesco Redi e Alessandra Gambini, autrice italiana residente a Los Angeles.

Il link per seguire la diretta è: https://www.facebook.com/tiramisuday321/

Tra gli ospiti previsti la Console Generale dell'Italia a Los Angeles, Silvia Chiave (Accademica dell'Accademia Italiana della Cucina), e la famosa storica del cibo e blogger americana Francine Segan, da New York City. 

Al coronovirus resiste solo il Tiramisù: la giornata mondiale di celebrazione non sarà cancellata

«Nonostante nel mondo si celebrino decine di “food days” in nome di un prodotto, un piatto, un cibo - dicono i food writer Clara e Gigi Padovani - , nessuno aveva ancora pensato a dedicare un giorno al Tiramisù, il dolce italiano più conosciuto nei cinque continenti. Noi abbiamo pubblicato nel 2016 il libro Tiramisù. Storia, curiosità, interpretazioni del dolce italiano più amato (Giunti), con il quale abbiamo ricostruito la vera storia di questo dessert, nato nel Nord Est dell’Italia, tra Friuli Venezia Giulia e Treviso, e ci è sembrato giusto lanciare questa idea, che nelle prime edizioni ha avuto grande successo. Questa sarà la seconda volta, purtroppo, con eventi virtuali, ma abbiamo trovato un ottimo partner negli organizzatori della Tiramisù World Cup e quindi anche in questo periodo difficile facciamo squadra per celebrare il tiramisù: ci meritiamo un momento di dolcezza!».

«Abbiamo una grande community che ci segue con entusiasmo - racconta Francesco Redi, ideatore ed organizzatore della Tiramisù World Cup - . In questa nuova fase di limitazioni alla socialità, il Tiramisù Day nazionale rappresenta un modo per restare a casa seguendo le proprie passione e sfruttando la tecnologia a disposizione. Ovviamente, nel giudizio finale della gara (che non sostituisce quella autunnale, ndr.) manca la possibilità di assaggio; ci si basa su altri criteri quale l’esecuzione tecnica e la presentazione estetica».

Stati Uniti, cannoli e tiramisù nei distributori automatici: «Aumentate le vendite del 100%»

Ultimo aggiornamento: 18:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA