Anna Walter, addio a un volto del teatro di tradizione

di Enrico Fiore

Se ne va un altro pezzo della grande storia teatrale di Napoli. Alle 18,30 di ieri, nella clinica in cui era da tempo ricoverata perché preda dell'Alzheimer, è morta Anna Walter. Aveva 85 anni, e la sua straordinaria espressività, così profondamente radicata nella nostra tradizione più autentica, discendeva «per li rami»: all'anagrafe Anna faceva di cognome Cannio, era figlia dell'Enrico che aveva composto «'O surdato 'nnammurato». Anna Walter si formò, come tanti, alla scuola della sceneggiata, il genere in cui, del resto, brillò come una vera e propria star anche sua sorella, la popolarissima Liliana.



Ma ben altre strade era destinata a percorrere, fino ai vertici assoluti. Infatti, fu accanto a Eduardo De Filippo in quasi tutte le sue commedie registrate per la televisione nel fantasmagorico anno 1964. E sempre in televisione, tanto per fare un altro esempio, recitò pure al fianco del non meno strepitoso solista che si chiamava Nino Taranto.











Lunedì 24 Marzo 2014, 09:17 - Ultimo aggiornamento: 24-03-2014 10:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP