Rari Nantes Napoli, cinque colpi
pregiati per spiccare il volo

Giovedì 17 Settembre 2020 di Diego Scarpitti
Rari Nantes Napoli

Tempo di mercato. Intende recitare un ruolo da protagonista la Rari Nantes Napoli, che piazza una cinquina di qualità. Vestiranno la calottina biancoceleste nella prossima stagione Daniele Palermo, Francesco Talamo, Fabio Maglitto e Matteo Rigo, tutti provenienti dall'Ischia Marine Club, Ignazio Ciniglio dal San Mauro. Quattro graditi ritorni e un volto nuovo a disposizione del tecnico Elios Marsili.
 
Parte così il nuovo corso voluto dal presidente Giorgio Improta e dal consigliere allo sport Francesco Verde. Si tratta di un deciso cambio di passo, che soddisfa il direttore sportivo Paolo Caccese, con il placet di Sante Marsili, leggenda vivente e Collare d’oro, campione del mondo a Berlino 1978 e argento alle Olimpiadi di Montreal 1976.
 
Prende forma il roster luciano. «Esperienza e gioventù il mix perfetto per vincere», dichiara Elios Marsili, che non nasconde l’obiettivo prefissato. «Tornare subito in serie B, anche se la concorrenza si annuncia agguerrita». Ritrovare un posto al sole nella waterpolo che conta l’ambizioso progetto. Si gettano le fondamenta. «Ho già allenato Palermo, Talamo, Maglitto e Ciniglio, di cui conosco bene le grandi qualità tecniche e umane. Anche Rigo è un colpo eccezionale. Stiamo costruendo una squadra che speriamo possa portarci lontano».
 
Fiosioterapista di grandi campioni (bastino tre nomi soltanto: Alessandro Velotto, Luca Curatoli e Alessandro Sibilio), difensore classe 1990, Daniele Palermo è cresciuto nel settore giovanile del Cosenza, sua città natale. Capitano nel quinquennio all'Ischia, ha centrato una doppia promozione dalla D alla B. Un lustro al Basilicata, già uno alla Rari dei «miracoli» nel 2012, quando sfiorò i playoff in serie B.
 
Avvocato penalista, dai trascorsi rossoverdi il mancino Francesco Talamo, classe 1987. Nel 2004 ha militato nel Basilicata Nuoto 2000 in cadetteria, nel 2005 all'Acicastello in A2, quindi il triennio in A2 alla Rari Nantes Salerno. Dal 2009 al 2012 ha giocato nella Canottieri Napoli in A2, nel 2013 all'Aqavion e l'anno successivo con i colori del team di Santa Lucia. Dal 2015 si è trasferito all'Ischia, contribuendo a suon di gol alla scalata verso la B.
 
Centroboa e medico chirurgo maxillo-facciale, Fabio Maglitto, classe 1987, non dimentica le sue radici posillipine. Dal 2005 al 2008 al Basilicata, dal 2009 al 2012 nella Rari Nantes Napoli, poi l’Aqavion dal 2013 al 2015, quindi nel 2016-17 di nuovo alla Rari. Nelle ultime tre stagioni l’Ischia, tra serie C e B.
 
Fornelli e pallanuoto per Matteo Rigo, universale classe 1988. Esperienza anche nel Regno Unito: sous chef che si è sempre distinto nelle diverse categorie (A1, A2 e B), indossando le calottine di Canottieri Napoli, Roma Racing, Palermo, Acilia, Roma Vis Nova, Cesport, infine nell’isola verde. Approda per la prima volta alla Rari Nantes Napoli.

Figliol prodigo Ignazio Ciniglio, difensore classe 1995, cresciuto nelle giovanili giallorosse. Ha conquistato uno scudetto under 15. È stato capitano e bandiera della Rari Nantes per un settennato, lo scorso anno ha giocato nel San Mauro.
 
Cinque colpi pregiati per invertire la rotta. Professionisti e non solo.  
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA