Basket, il sindaco Manfredi
premia Jim Williams e Fucile

Basket, il sindaco Manfredi premia Jim Williams e Fucile
di Stefano Prestisimone
Sabato 24 Settembre 2022, 16:05 - Ultimo agg. 17:00
3 Minuti di Lettura

Due campioni e un tuffo nella storia. Il sindaco Gaetano Manfredi ha consegnato questa mattina a Palazzo San Giacomo la Medaglia della città di Napoli ed una targa celebrativa ai due alfieri della Fides Napoli, Manfredo Fucile e Jim Williams. Entrambi sono stati protagonisti di una delle “stagioni” più belle del basket partenopeo culminata con la vittoria della Coppa delle Coppe nel 1970.

Williams è stato forse l'amerciano più forte che abbia mai giocato a Napoli (sicuramente il più vincente) e lo straniero più “longevo” della storia del Napoli Basket avendo giocato qui per 7 anni, a cavallo tra gli anni ’60 e ’70 e rimanendo poi legatissimo alla città. Manfredo Fucile è il giocatore napoletano col maggior numero di presenze e punti realizzati in serie A. Una cerimonia magnifica nel quale ha messo lo zampino anche l'ex assessore Enrico Cardillo, grande appassionato di basket e amico di Fuicile. 

«Sono particolarmente felice – ha dichiarato Manfredi - di premiare questa mattina Jim Williams e Manfredo Fucile perché sono stati due grandissimi campioni dello sport che hanno dato lustro alla città. Ricordare le gesta del passato è sempre importante perché ci dà forza per il presente e per il futuro. Proprio pochi giorni fa abbiamo presentato la nuova stagione del Napoli basket in serie A, è una società seria che sta facendo di tutto per riportare Napoli ai massimi livelli e dare forza a tutto il movimento cestistico in città».

«Venni qui a Napoli – ha dichiarato Williams - e trovai un luogo splendido con 2000 anni di cultura nelle sue strade, nei vicoli. Ho vissuto qui un lungo periodo di basket bellissimo, arrivando a vincere con i compagni la Coppa delle Coppe, un campionato europeo fantastico. E' stata un'avventura molto bella che ricordo sempre, mi piace tornare qui e spero di tornarci ancora. Al Palargento avevamo 10mila spettatori che ci spingevano. Ho amato tutto di Napoli, anche la strepitosa cucina che all'inizio nera così lotana dalle mie abitudini».

«Essere qui oggi per me con Jim e col sindaco è un sogno che si realizza – ha dichiarato Manfredo Fucile – E’ dal 1973 che sogno di riportare Jim a Napoli e non solo per una fugace apparizione. Ringrazio il sindaco Manfredi che ha voluto premiarci ed è sempre vicino al mondo del basket». Lunedi alle 18 Williams e Fucile saranno al Cus Napoli in via Campegna per incontrare i tifosi e firmare le copie del libro "Quando il basket era leggenda", edito da LeVarie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA