Tris amaro per il Napoli,
esulta il Sassuolo

Sabato 5 Settembre 2020 di Diego Scarpitti
Paola Di Marino
Tre sberle in Emilia. Attesa come il pericolo pubblico numero uno, l’ex di turno Valeria Pirone, sente troppo la pressione del match. La sua una partita di sacrificio, impreziosita dal tentativo di emulare Roberto Mancini di tacco dopo un minuto dal fischio d’inizio. Si rivela la vera sorpresa della serata, invece, la maltese Haley Bugeja, determinante con la sua doppietta ai fini del risultato. Sassuolo-Napoli femminile finisce 3-1 allo stadio Enzo Ricci.

Sistema la difesa Giuseppe Marino e arretra Emma Errico, altra ex insieme ad Elisabetta Oliviero. Si rivede in campo la procidana Paola Di Marino. Per la numero 5 esordio, fascia blu da capitano, cartellino giallo e gol di testa al 26’. Il difensore classe 1994 porta in vantaggio le azzurre, finalizzando uno schema perfetto, attivato su punizione da Alessandra Nencioni. Chiusure, come quella su Alice Parisi, e giocate grintose per la ragazza isolana, che esulta abbracciando l’allenatore napoletano.

In rimonta le neroverdi acciuffano il pari con un scatto della 16enne Bugeja. Al 41’ semina il panico, finte, serpentine e sguscia con un diagonale vincente. Azione solitaria da applausi. Bisserà nella ripresa al 64’. Di destro, a giro, sul secondo palo: pennellata d’autore 3-1. Assist della Dubcova, che quattro minuti prima aveva trasformato il rigore, causato dal braccio destro largo di Oliviero.  

Si accanisce, però, la sfortuna sulle azzurre. All’81’ il palo della greca Despoina Chatzinikolau, imbeccata da Analu Martinez. Altro legno allo scadere centrato da Hjohlman e nuovamente la traversa per Deppy. Conclude la serie nefasta la tedesca Vivien Beil.

Tris amaro per la neopromossa. Il Napoli, in debito con la sorte, meriterebbe molto di più. Se ne riparlerà dopo la sosta della Nazionale. © RIPRODUZIONE RISERVATA