Vento e rigore non dato, il Napoli
recrimina per il pari beffa con la Roma

Domenica 5 Gennaio 2020 di Diego Scarpitti
Napoli femminile
Forte e gelido vento spira a Casamarciano, dove il Napoli femminile non va oltre il 3-3 con la Roma. Intense raffiche condizionano non poco la nona giornata di serie B. Capitan Emanuela Schioppo e compagne iniziano il 2020 calcistico, strappando soltanto un punto alle capitoline. Azzurre al comando del girone a quota 21, con una lunghezza di vantaggio sul San Marino (4-0 rifilato alla Novese) e con un margine di + 5 sulla Lazio (fermata in casa dal Cesena 2-2).

Corretto parlare di beffa per le ragazze allenate da Giuseppe Marino. Manca all’appello un rigore (evidente) non concesso nel primo tempo, procurato dall’estone Vlada Kubassova, artefice del momentaneo 3-1 al 49’, abile in spaccata a correggere in rete il cross di Elisabetta Oliviero. Costruiscono il doppio vantaggio le padrone di casa ma si fanno raggiungere dalle giallorosse.

Al 18’ Martina Gelmetti griffa il settimo centro stagionale, raccogliendo l’assist di Lisette Tammik. La bionda numero 59, classe’98, una furia costante sulla fascia destra (poi schierata a sinistra nella ripresa), realizza il 3-1 al 26’: sbuca all’improvviso in area e insacca. Eolo sorprende il portiere Federica Russo: pari capitolino firmato da Jody al 23’ direttamente da calcio d’angolo.

Seguito nel mondo lo streaming messo a disposizione dal club del presidente Lello Carlino: in tanti sospingono il Napoli alla vittoria.

Reazione della Roma nel secondo tempo. Polverino accorcia le distanze al 60’ (3-2) e Conte equilibra il match al 65’. Sterile assalto finale delle tartarughine, che non sfruttano a dovere la superiorità numerica in campo: espulsa Sclavo. Tammik, Federica Cafferata e Anita Coda non trovano il sigillo per i primi tre punti del nuovo anno. © RIPRODUZIONE RISERVATA