CORONAVIRUS

Covid a Caserta, guariti in crescita
e nuovi positivi in forte calo

Martedì 1 Dicembre 2020 di Ornella Mincione

Sono solo 15 gli esiti positivi su 100 tamponi eseguiti. È questa la percentuale che deriva dal report pubblicato ieri dall'Asl di Caserta, secondo cui sono 319 i nuovi positivi nelle ultime 24 ore prima di tale pubblicazione. Un calo non indifferente se si considera che circa dieci giorni fa la percentuale delle positività su 100 tamponi era intorno al 28%, mentre ora è di 14,8%, che letto in eccesso è 15%. Un trend in discesa che è evidente già da diversi giorni, in considerazione del numero dei guariti, più alto rispetto a quello dei nuovi contagi. Situazione confermata anche nel report di ieri. Sono 437 le guarigioni certe per un totale di 14.951 guarigioni totali, a fronte 14.416 positivi attuali.

Soltanto ieri, quindi, le due curve, quella delle guarigioni e quella dei contagi, si sono incrociate, con una spinta verso l'alto di quella che riguarda i pazienti che sono usciti dal tunnel dell'infezione. C'è soltanto un decesso registrato nel bollettino di ieri per la provincia di Caserta: un dato che non si leggeva da diverso tempo. Dunque, ora i deceduti positivi al Covid dall'inizio dell'emergenza sono 284. Forse si inizia a vedere anche la decelerazione dei decessi, sebbene in più occasioni il manager dell'Asl Ferdinando Russo ha dichiarato che questo è l'ultimo degli indicatori che calerà la propria curva. Quello dei decessi, infatti, stando sempre alle parole del direttore generale, sarebbe un fattore strettamente legato all'occupazione dei posti letto nei presidi Covid. Con la stabilità della riduzione dell'occupazione di tali posti, dovrebbe fermarsi anche il conto delle vittime dell'infezione. Intanto, guardando i numeri dei singoli comuni è evidente come la decelerazione dei contagi interessi tutti.

 

Video

 

I comuni più colpiti, o meglio quelli con i numeri più alti di positivi attuali, come Aversa e Caserta che superavano i 1000 ora iniziano a calare le cifre. Anche Orta di Atella e Maddaloni che avevano raggiunto gli 800 positivi già la settimana scorsa ora si aggirano intorno ai 500. Solo Marcianise non presenta una riduzione sensibile, ma comunque non arriva agli 800 positivi attuali. Resistono su alte cifre ancora i comuni dell'Agro aversano. San Cipriano ad esempio conta 306 positivi mentre San Felice a Cancello 419. Anche i piccoli comuni pesantemente colpiti, come Cesa, continuano a registrare i numeri della scorsa settimana: ora questo comune conta 221 positivi attuali. Intanto, sembrerebbe che la situazione della rete dell'emergenza si sia calmata grazie alla maggiore disponibilità dei posti letto dei presidi ospedalieri. Una maggiore disponibilità dovuta grazie all'apertura alle case di cura private accreditate all'assistenza Covid. In queste infatti sembra si stiano trasferendo quei pazienti che non registrano condizioni gravi tali da rendere necessaria un'assistenza medio-alta, come quella erogata dai reparti di Terapia Intensiva. E questo sembrerebbe un dato che sta aiutando alla migliore gestione del soccorso territoriale per i pazienti Covid positivi.
 

Ultimo aggiornamento: 15:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA