Napoli, la donna al centro della Chiesa: don Mimmo Battaglia inaugura il ciclo di lezioni

Il ciclo di lezioni che sarà fruibile sia in presenza che in collegamento web, gratuito, e con già all’attivo più di 700 iscrizioni a distanza e oltre 100 in presenza

L arcivescovo don Mimmo Battaglia
L’arcivescovo don Mimmo Battaglia
Martedì 31 Ottobre 2023, 19:00
3 Minuti di Lettura

«La presenza [delle donne] nella Chiesa deve essere più incisiva soprattutto nei diversi luoghi dove vengono prese le decisioni importanti».

Così l’arcivescovo don Mimmo Battaglia ha espresso, già il primo ottobre dello scorso anno, la necessità di una reale attenzione alla donna e al suo ruolo da parte della Chiesa di Napoli.

Questa volontà è ora messa in pratica da una serie di percorsi inclusivi, interreligiosi e interculturali, aperti a tutta la comunità, ecclesiale e non, che restituiscono alla donna un ruolo centrale, finora non sempre riconosciuto.

Tra le prime iniziative, incontri sulla Bibbia, interpretata da studiose di fede cattolica, protestante ed ebrea, rivolti a chiunque voglia accostarsi senza pregiudizi al testo sacro. Da qui il titolo evocativo «La Parola alle donne. Letture e interpretazioni inclusive» per un ciclo di lezioni che sarà fruibile sia in presenza che in collegamento web, gratuito, e con già all’attivo più di 700 iscrizioni a distanza e oltre 100 in presenza, dai 20 agli 80 anni, provenienti da tutta Europa. Li inaugura don Mimmo Battaglia il giorno 3 novembre 2023, presso S.

Gregorio Armeno, alle ore 17:30.

Ancora, cinque Diocesi italiane, dal nord e dal sud della penisola, Cassano allo Ionio, Catania, Napoli, Palermo e Verona, si sono unite con l’obiettivo di creare una sorta di sororità ecclesiale («Sorelle Diocesi: comunità ecclesiali in rete»), attraverso una rete di condivisione per aprirsi allo scambio di buone pratiche sul territorio e alla messa in comune di idealità e prospettive relativamente alla presenza femminile nelle singole diocesi per promuovere i ministeri e le corresponsabilità delle donne nella comunità ecclesiale e civile.

Centrale diventa, in tal senso, la tecnologia e, in particolare, il sito web «Donne in dialogo nella Chiesa di Napoli. Protagoniste Luoghi Itinerari» (www.chiesadinapoli.it/donne), nato per far conoscere il patrimonio religioso, culturale e sociale che le donne hanno lasciato nella città di Napoli. Si guarda al passato e al ruolo già fondamentale della donna per costruire un presente inclusivo. Il sito avrà una sua declinazione social sulle pagine Instagram e Facebook @donnechiesanapoli e si aprirà ancora di più al pubblico e ai giovani attraverso una serie di visite guidate che racconteranno argomenti inediti e luoghi inesplorati della storia religiosa femminile di Napoli, normalmente assenti dai percorsi turistici della città.

Video

Nel solco del dialogo interculturale e interreligioso, «Donne e religioni nel dialogo della solidarietà» vuole creare un osservatorio permanente per incontri di culture, diritti e solidarietà. Il primo appuntamento, che si terrà nella Biblioteca Nazionale di Napoli, Sala Rari, il 21 novembre 2023, alle ore 16:00, vedrà rappresentanti di comunità cattolica, ortodossa, valdese-metodista, luterana, ebraica, musulmana e dell'esercito della salvezza. Anche qui sarà presente l'Arcivescovo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA