Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli, lite condominiale a Posillipo finisce nel sangue: 49enne ferito a colpi di pistola, è caccia all'uomo

Venerdì 5 Agosto 2022 di Luigi Sabino
Napoli, lite condominiale a Posillipo finisce nel sangue: 49enne ferito a colpi di pistola, è caccia all'uomo

Ha rischiato di trasformarsi in tragedia una lite condominiale avvenuta, la scorsa notte, nel quartiere di Posillipo, salotto della Napoli bene. Una brutta storia che, a quanto sembra, sarebbe iniziata a causa di una banale discussione e che, poi, si è conclusa con un ferito a colpi di pistola e il suo aggressore in fuga dalla polizia. Una storia che inizia poco dopo l’ora di cena quando un ragazzo di 21 anni, residente con la famiglia al civico 16 di via Tito Livio, esce di casa per portare i suoi due cani a passaggio. Arrivato nell’androne del palazzo, però, incontra Giovanni Bianco, 41 anni, anche lui residente nello stabile. Tra i due non corre buon sangue e ci sono state già tensioni a causa proprio dei due cani, che, a dire di Bianco, il ragazzo non saprebbe accudire a modo. È il pretesto per riaccendere vecchi rancori. Tra i due scoppia un violento litigio in cui sarebbero volate anche parole grosse. Alla fine, però, sembra prevalere il buon senso e i due, dopo le reciproche sfuriate, si separano, ognuno andando per la propria strada.

La storia si sarebbe potuta chiudere qui. Invece, poche ore più tardi, il dramma. È quasi l’una quando Bianco, rientrando dalla sua serata, incontra il patrigno del ragazzo. I due si affrontano, ancora una volta alzando i toni. La rabbia sale, forse a causa di qualche parola di troppo, e succede l’impensabile. Bianco impugna la pistola che portava alla cintura ed esplode almeno tra proiettili contro il rivale, uno dei quali lo ferisce di striscio alla testa. Il 41enne, preso dal panico, fugge in sella alla sua moto portandosi dietro l’arma mentre il ferito, un parrucchiere di 49 anni, dopo aver chiesto aiuto, si reca in ospedale per i soccorsi del caso. Fortunatamente le sue condizioni non sono tali da far temere per la sua vita. Nel frattempo, però, sono allertati i poliziotti del commissariato Posillipo che hanno assunto l’incarico di ritrovare l’aggressore. 

Video

Bianco, personaggio già noto per alcuni vecchi precedenti, è attivamente ricercato perché sospettato di tentato omicidio e detenzione illegale di arma da fuoco. Da un controllo sui terminali, infatti, si è scoperto che il 41enne non aveva alcun permesso per avere una pistola.

Qualche notizia in più sull’aggressore. Originario della zona Mercato, da qualche tempo si era trasferito a Posillipo insieme alla compagna. I due, secondo quanto riferito dagli investigatori, sarebbero titolari di una società che si occupa di rifornire numerosi canapa store presenti sull’intero territorio nazionale.

Ultimo aggiornamento: 6 Agosto, 09:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA