Usura e narcotraffico a Salerno,
D'Ambrosio assolto dopo la Cassazione

Sabato 16 Ottobre 2021 di Petronilla Carillo
Usura e narcotraffico a Salerno, D'Ambrosio assolto dopo la Cassazione

Per la procura Antimafia era il presunto finanziatore del gruppo di narcotrafficanti legati ad Antonino Busillo ed operativo a sud della provincia di Salerno. La Cassazione, annullando la precedente sentenza ed inviando hgli atti alla Corte d'Appello di Napoli, ha consentito un nuovo giudizio a suo carico e consentito di conquistare l'assoluzione da tutte a carico di Vito D'Ambrosio.

L'inchiesta prese il via nel maggio 2017. D'Ambrosio, l'unico per il quale era stato accolto il ricorso in Cassazione, era stato condannato in abbreviato a sette anni di pena. Anche in Appello la sentenza era stata confermata. I giudici della Suprema Corte avevano già rigettato nel febbraio 2020 tutti i ricorsi degli altri coimputati, annullando la sentenza nei confronti di D'Ambrosio, accogliendo tutti i rilievi difensivi presentati dagli avvocati Costantino Caridello ed Agostino De Caro, e chiedendo alla corte d'appello di Napoli un nuovo giudizio. D'Ambrosio, dopo l'annullamento della Cassazione venne anche rimesso in libertà.

La Corte d'Appello di Napoli  (I Sezione Penale) lo ha poi definitivamente assolto dal reato di partecipazione. Dopo  33 mesi di arresti domiciliari, una misura di sorveglianza speciale ed una di prevenzione patrimoniale perchè, secondo l'accusa,  dedito all'usura.

Ultimo aggiornamento: 13:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA