«La settimana del mare»
in ricordo di Mario Scotti Galletta

Domenica 2 Agosto 2020 di Diego Scarpitti
settimana del mare
La locandina è pronta, la pagina Facebook avviata. Appare fasciato da diversi colori il Vesuvio: verde, azzurro, blu e giallo. Di quest’ultima tonalità i due palloni, usati in maniera fantasiosa come contrassegno del 2020. Compaiono in alto i patrocini della Fin e del Comune di Napoli. E poi la raffigurazione di un pallanuotista in calottina in fase di caricamento del tiro. Per limare gli ultimi dettagli incontro con l’assessore allo sport Ciro Borriello e poi sarà «La settimana del mare». Dal 14 al 20 settembre, in due splendide location: nella acque di Santa Lucia e al Borgo Marechiaro. Si percepisce già in premessa una intensa voglia di ritornare a giocare a mare, amore primordiale mai sopito. Reso ancora più forte con il Memorial Mario Scotti Galletta e il Memorial Checco Mazza.

«Il progetto era già in cantiere prima della dipartita di papà. Avevamo intenzione di organizzare a Marechiaro il memorial dedicato a Checco Mazza, un amico della pallanuoto e del Posillipo, che lo scorso anno chi ha lasciato. Abbiamo deciso di allargare la manifestazione ai master, alle squadre di A1 nella bellissima location di Santa Lucia, considerate le pregresse esperienze ben riuscite alla Rari Nantes Napoli». Emozionato e coinvolto nell’organizzazione il figlio d’arte Andrea Scotti Galletta, insieme a Fabio Galasso, Mimmo Mattiello, in collaborazione con Simone Mulazzani.

«Speriamo ci siano le premesse per ricominciare. L’invito è rivolto alle formazioni del Centro Sud. Attendiamo con fiducia il corso degli eventi e la riapertura scolastica», auspica l’ex posillipino e acquachiarino, attuale capitano della Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno.

Due campi, due tornei, passione unica (salata e/o clorata). Si giocherà per onorare la memoria del Baffo più noto della pallanuoto, campione del mondo, Collare d’oro al merito sportivo, 4 scudetti, una Coppa dei Campioni. Mario Scotti Galletta gloria giallorossa ed eroe del’78, protagonista nel celebre film Palombella rossa (1989) con Nanni Moretti, invitato a presenziare l’evento.

Format. Quadrangolare con Posillipo, Rari Nantes Salerno, Canottieri Napoli e Carpisa Yamamay Acquachiara, impreziosito dai tornei giovanili under 14, 16 e 18. «Vorremmo intervallare la kermesse con il match delle vecchie glorie, ovvero «Gli amici di Mario»: i suoi compagni di squadra e gli atleti cresciuti con lui». Quella di Scotti Galletta padre una vita spesa a forgiare nuove leve, prima uomini e poi atleti. Ma anche donne, tanto da tenere a battesimo il Fuorigrotta, prima compagine femminile di waterpolo.
 
«Elenco infinito. Alla scomparsa di papà abbiamo ricevuto parecchi (è dir poco) attestati di stima. Mario ha allenato Alberto Angelini (attuale tecnico del Savona, oro alle Universiadi 2019), è stato assistente di Pierluigi Formiconi, il tecnico del Setterosa che vinse le Olimpiadi di Atene nel 2004. Abbiamo ricevuto il telegramma della Sacher Film», racconta Andrea. «Vorremmo invitare Nanni Moretti: ha parlato con Barbara (Damiani), si diceva rammaricato di non aver preso parte al funerale».

La settimana del mare il modo migliore per esaltare lo spessore umano e sportivo di un grande campione, che silenziosamente seguiva il (suo) mondo della pallanuoto, seduto nell’ultima fila in tribuna alla Scandone. Sempre dall’alto, come in questo momento, per l’eternità.
 
 
  © RIPRODUZIONE RISERVATA