Trionfo Virtus: Bologna stritola Milano
ed è campione d'Italia dopo 20 anni

Venerdì 11 Giugno 2021 di Marino Petrelli
Trionfo Virtus: Bologna stritola Milano ed è campione d'Italia dopo 20 anni

BOLOGNA - Incredibile, fino ad un certo punto. La Virtus Bologna vince 73-62 ed è campione d’Italia. Milano è schiantata 4-0 in una serie nella quale non è mai stata in grado di competere. Per le Vu Nere è il sedicesimo scudetto della sua storia, esattamente 20 anni dopo dall’ultimo. Era il 2001 e Ettore Messina era sulla panchina dei bianconeri, oggi l’allenatore puri scudetto è il grande sconfitto. Ancora una volta decide il rientro in campo degli uomini di Djordjievic, 32-19 nei secondi venti minuti. Belinelli con 15 punti e Weems con 14 punti sono i protagonisti, Teodosic è il grande condottiero con i suoi assist e le sue giocate sopraffine, Pajola, Ricci, e Alibegovic i fari italiani. Milano male da tre, 5/21, non completa il “triplette” italiano dopo aver vinto Supercoppa italiana e Coppa Italia. 

E’ una finale, intanto, che sta dando segnali di ripresa anche dal punto dell’ascolto televisivo. Auditel non ha comunicato l’audience di gara-3 disputata mercoledì sera perché il match è ondato in onda sul canale 58 (e non sul canale HD che è il 57) e non viene calcolato dai sistemi di rilevazione. Gara 1 e gara 2 erano andate molto bene con rispettivamente 203.604 spettatori (share 1,02%) e 268.154 (1,16%), Molto bene anche il riscontro su Eurosport 2 con 92.815 spettatori in gara-1 e 114.624 in gara-2, che è il miglior risultato di sempre per la serie A sul canale del gruppo Discovery, a cui ha fatto seguito il 101.887 di gara-3. 

LA PARTITA

Avvio veloce per entrambe, schiaccia Shields, schiaccia Abass. Milano è avanti 7-8 al quarto. L’Olimpia difende meglio rispetto alle prime partite, Datome regala il 9-17. La Virtus fatica, il primo quarto si chiude 19-24. Pajola suona la carica, segna il 25-27, poi regala due assist incredibili per Alibegovic e Weems. Bologna  in un amen è 32-27 al 15esimo. Milano rientra e sorpassa 35-38. Al riposo lungo è 41-43 con la AX che per la prima volta nella serie tira con oltre il 50 per cento dal campo. 

Al ritorno dagli spogliatoi, la partita resta in equilibrio anche con qualche errore in più al tiro. Teodisic inventa il 52-48 in avvicinamento a canestro. Bologna è in bonus di falli già a metà del quarto, il terzo quarto finisce 55-51 ancora con una tripla da campione di Teodosic sulla sirena. Risponde Rodriguez, fino adesso in ombra, 58-56. Bologna chiude la difesa a doppia mandata, Belinelli e Hunter regalano il 63-56, Weems mette la tripla del 66-56 al 35esimo. E’ quasi la resa di Milano che non segna più, Pajola e Ricci la chiudono. Finisce 73-62, Bologna è campione d'Italia. Può cominciare la grande festa, prima dentro la Segafredo Arena, poi per le strade della città. 

Ultimo aggiornamento: 21:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA