Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Coppa Italia femminile,
Tavagnacco-Napoli con Dulcic e Illiano

Sabato 10 Settembre 2022 di Diego Scarpitti
Napoli femminile

«Sono molto felice di essere qui. Darò il meglio per questa squadra». Si presenta così la croata Antonia Dulcic, terzino classe 1997, che vestirà la maglia del Napoli femminile per la stagione 2022-2023. E la giocatrice di Spalato, ex Znk, prenderà parte al primo impegno ufficiale in Friuli Venezia Giulia, dove capitan Paola Di Marino e compagne affronteranno domani il Tavagnacco (ore 15) in Coppa Italia. Nello stesso girone è inserito il Pomigliano, che le ragazze di Dimitri Lipoff affronteranno l’8 gennaio 2023.

«Siamo pronte per cominciare. Finalmente possiamo testare il nostro valore contro una avversaria di categoria», spiega alla vigilia Lucia Strisciuglio. «Cercheremo di mettere in pratica quello che abbiamo provato con mister Lipoff in questi 45 giorni di lavoro e proveremo a portare a casa un buon risultato da questa lunga trasferta», auspica fiduciosa la calciatrice di Bari, al primo anno all’ombra del Vesuvio

In settimana l’amichevole azzurre contro rosse. Prima squadra versus Primavera. Con l’idea di giocare nel cuore della città. Barra, Cercola, Scampia, già polo universitario e fucina di campioni plasmati dal maestro Gianni Maddaloni nella Star Judo Club. Sullo sfondo i murales di Diego Armando Maradona, Mohandas Karamchand Gandhi e Martin Luther King. E un pezzo di San Paolo rivive a Scampia, allo stadio Antonio Landieri. Qui infatti sono stati riciclati ben 1500 sediolini del tempio di Fuorigrotta nell’ambito dei lavori di riqualificazione delle Universiadi 2019. 

Il Napoli femminile ha testato il terreno di gioco (in erba sintetica) del Landieri, impianto dedicato ad una vittima innocente di camorra (1979-2004). In via Hugo Pratt, nel mese di marzo, il sopralluogo della Commissione Sport di Palazzo San Giacomo, presieduta da Gennaro Esposito, con il consigliere Rosario Palumbo. «Stiamo lavorando di concerto con le istituzioni locali, Comune e Municipalità, nel tentativo di giocare a Scampia anche con la prima squadra», argomenta il presidente Alessandro Maiello. «Sarebbe molto bello se questa diventasse la nostra casa per la B, che va ad iniziare domenica 18 settembre contro la Lazio. Vogliamo tornare a Napoli per sentire il calore della gente, che si avverte forte in un quartiere come questo», conclude Maiello.

Ultima arrivata. «Non vedo l’ora di iniziare questa nuova avventura», asserisce la new entry Roberta Illiano. «Sono molto felice di questa opportunità», dice l’attaccante di Quarto, reduce dalla qualificazione con la Nazionale italiana di beach soccer al prossimo Mondiale di Bali nel 2023. «Giocare con il Napoli è una emozione ed una responsabilità», avverte l’innesto classe 2003, ex Dream Team Calcio femminile. «Farò di tutto per ripagare la fiducia della società», garantisce Illiano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA