Inter-Napoli femminile 1-1:
miracolo a Milano, è un pari d'oro

Domenica 16 Gennaio 2022 di Diego Scarpitti
Kaja Erzen

Punto d’oro e mezzo miracolo a Milano. Se la cava il Napoli femminile nella prima uscita del 2022. Rispetto a quel 28 agosto 2021 (sconfitta interna 0-3), di passi in avanti ne sono stati compiuti parecchi. Ben evidenti i progressi registrati dal club presieduto da Lello Carlino, che strappa un pareggio prezioso in trasferta contro l’Inter (1-1). E i complimenti di Rita Guarino a Giulia Domenichetti al termine della 12esima giornata di campionato certificano la buona prestazione in Lombardia.  

Succede tutto nel primo tempo. Al vantaggio della francese Ghoutia Karchouni al 25’ risponde Claudia Mauri al 35’. Il numero 88 di destro scocca il tiro: palo e palla che varca la linea, sorprendendo Francesca Durante (in completo giallo). Esordio con gol per l'ex Milan.

Napoli in tenuta bianca, la spagnola Yolanda Aguirre in total orange. Al Suning Youth Development Centre, in memoria del compianto Giacinto Facchetti, inserito tra i 128 «monogami calcistici», tratteggiati dall’impareggiabile penna di Franco Esposito in «Tutti i Totti del mondo», edito da Absolutely Free Libri, Inter-Napoli chiude il palinsesto domenicale. Ex di turno Sofia Colombo ed Eleonora Goldoni.

La ripresa si apre con due occasioni in favore delle partenopee. Martina Toniolo a porta vuota colpisce la parte alta della traversa. Non ne approfitta il Napoli, che potrebbe portarsi in vantaggio con la bulgara Evdokija Popadinova: debole il suo colpo di testa al 53’. Non stanno a guardare le padrone di casa. Elisa Polli pareggia il computo delle traverse (58’) e Flaminia Simonetti sfiora il 2-1 (61’): la centrocampista nerazzurra spaventa la retroguardia azzurra su assist di Polli. Aguirre vigila su Tatiana Bonetti.

Gioco fermo al 70’. Rimedia un pestone alla caviglia sinistra la slovena Kaja Erzen, costretta ad abbandonare il match. In campo Paola Di Marino, che centra la traversa al 78’ sugli sviluppi del calcio d’angolo battuto da Emma Severini. Alla vigilia la calciatrice di Prato aveva annunciato il riscatto della sua squadra. E così è stato.  

Stringe i denti nel finale incandescente la formazione allenata dalla coppia Domenichetti-Castorina. La spagnola Macarena Portales Nieto colpisce il palo e segue il provvidenziale salvataggio di Paola Di Marino di testa a porta sguarnita. Il fallo tattico commesso da Claudia Mauri al 90’ (e il conseguente cartellino giallo) serve ad interrompere la pressione lombarda. Tre minuti di recupero, al quarto festeggiano le ragazze del Napoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA