Real San Giuseppe, il rinnovo
di Alex Borriello: quarta stagione

Giovedì 16 Luglio 2020 di Diego Scarpitti
Alex Borriello
Patto di fedeltà. Quarta stagione in gialloblù, in quattro categorie diverse. Rinnova la sua solida unione con il Real San Giuseppe Alessandro Borriello. In comune con il pugile Vincenzo Picardi, bronzo alle Olimpiadi di Pechino 2008, e del taekwondoka Mauro Sarmiento, argento in Cina e bronzo a Londra 2012, luogo e anno di nascita: Casoria, 1983.

Ripartenza. «E' una sensazione bellissima, il giusto coronamento per quanto fatto in questi anni», ammette il vicecapitano, che indossa la maglia numero 7. Sfida esaltante all’orizzonte. «La prossima stagione sarà un po' come gettare il cuore oltre l'ostacolo, non vedo l'ora di iniziare», spiega fiducioso il laterale. «E’ un orgoglio enorme essere parte di questo club: mi sento in famiglia».
 

Salto in A. Il passo è ormai prossimo. «Daremo fastidio, proveremo a metterci in luce», Borriello chiarisce le ambizioni del Real San Giuseppe. Agente immobiliare di Tecnocasa, sa bene come si conducono le trattative di mercato. Pazienza ne ha tanta, per piazzare il colpo giusto nella vita e sul parquet.

Trafila. Scalata graduale, step by step, dalla C1, passando necessariamente dalla B, salutando la serie A2, verso l’approdo più impegnativo. Due tornei vinti, altrettante edizioni della Coppa Italia (gennaio 2018 in C1 e 2019 in B). Ex del Fuorigrotta, ha graffiato i biancazzurri, segnando il gol decisivo, al terzo turno, il 16 gennaio 2018 ai tempi supplementari. Grazie a quella marcatura il Real San Giuseppe si qualificò alla Final Eight e vinse il trofeo a marzo.
Biennio nel team del presidente Serafino Perugino (2015/2016 e 2016/2017). Il resto della storia in maglia gialloblù.
 
Longevità come sensazione bellissima. «Insieme abbiamo fatto una cavalcata incredibile, dalla C1 alla serie A ed Alessandro se l'è meritato sul campo il massimo campionato nazionale», puntualizza il presidente Antonio Massa.
Vincenzo Botta capitano, Borriello (nella foto di Francesco Sollo) il suo vice. «Sono veramente ragazzi come pochi nella vita e sono fiero che indossino i nostri colori», conclude soddisfatto il patron del RSG.
  Ultimo aggiornamento: 18:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA