Sampdoria-Pomigliano, il debutto
di Domenico Panico con le pantere

Giovedì 23 Settembre 2021 di Diego Scarpitti
Domenico Panico

«La mia regola è usare soltanto parole che migliorino il silenzio». La frase scelta per il profilo WhatsApp vale anche per il Pomigliano. Concetti chiari, idee semplici. Domenica 26 settembre (ore 14.30) il suo esordio sulla panchina delle pantere contro la Sampdoria. «Procede molto bene, stiamo lavorando da 10 giorni insieme. E’ un bel gruppo e la società è presente, non ci fa mancare niente», spiega il tecnico Domenico Panico, subentrato a Manuela Tesse.

«Le ragazze trasmettono grande fiducia, abbiamo chiacchierato tanto, prima e dopo gli allenamenti. Fondamentale capirsi, riuscire a comprendere tutte le loro dinamiche, le loro caratteristiche fisiche e tecniche, e farle coincidere con la mia idea di calcio: ecco questo è l’aspetto più importante in questo momento». Quarta giornata di seria A in casa delle blucerchiate, allenate da Antonio Cincotta. «Sappiamo che affrontiamo una squadra molto forte, con un allenatore esperto, che conosce molto bene il calcio femminile. Il club ligure è stato costruito per fare un campionato importante, con atlete di esperienza internazionale».

Confida nella forza del collettivo. «Le ragazze sono unite, hanno formato veramente un grande gruppo, e posso disporre di uno staff composto da grandi professionisti, persone che agevolano tantissimo il mio compito», ammette Panico. Ilaria Del Pizzo il team manager, Salvatore Piccolo il dirigente addetto all’arbitro, Gerardo Alfano l’allenatore in seconda, Euro Baracchi il preparatore atletico, Antonio Verdicchio quello dei portieri. E poi Crescenzo Noviello l’assistente preparatore atletico, il fisioterapista Enrica Torrente, il massaggiatore Sergio Del Giudice, il magazziniere Antonio Di Balsamo, Vincenzo Ruggiero l’ufficio stampa. «Sono ragazzi davvero eccezionali», precisa il classe 1979.

Nato a Napoli, vive a Pomigliano ormai da 17 anni. «Fare bene, vale molto di più», afferma convinto il coach granata, pronto alla nuova avventura calcistica. «Merito della fiducia che mi ha trasmesso il direttore Biagio Seno (ci conosciamo da molti anni), insieme ovviamente al presidente Raffaele Pipola: mi è stata data una grande opportunità». Primo esame in Liguria. «Mi aspetto una esperienza di crescita, a tutto tondo, e spero di riuscire a trasmettere qualcosa e, perché no, ricevere altrettanto», auspica ottimista Panico. Futuro in rosa. «Il calcio femminile è in grande crescita, spero di riuscire a ripagare nel migliore dei modi la fiducia ricevuta», conclude il tecnico del Pomigliano.

Ultimo aggiornamento: 19:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA