CORONAVIRUS

Regionali, De Luca espugna Caserta:
era roccaforte di Caldoro e del centrodestra

Martedì 22 Settembre 2020 di Lia Peluso

L'emergenza sanitaria da Covid-19 non ha fermato i casertani che si sono recati alle urne migliorando la percentuale di votanti per le Regionali rispetto a cinque anni fa. Nel 2015 votò il 54,31 degli elettori; domenica e ieri gli elettori ai seggi sono stati il 57,61%. La circoscrizione di Caserta mantiene il primato per numero di votanti anche rispetto a Napoli. Il 42,39% è invece rimasto a casa. Le proiezioni in Terra di Lavoro vedono il governatore uscente Vincenzo De Luca tra il 63 e il 66% in provincia di Caserta, qualche punto percentuale di meno rispetto alle previsioni regionali che attesterebbero De Luca oltre il 67%. Il governatore ha quasi doppiato la percentuale del 2015 in provincia di Caserta quando si fermò al 37%.

LEGGI ANCHE De Luca vince con il 69%: ecco i consiglieri più votati

Il vincitore nella circoscrizione di Caserta all'epoca non fu De Luca ma il candidato del centrodestra Stefano Caldoro. Quest'ultimo ha tentato il bis per strappare la guida della Campania a De Luca e se dovessero essere confermate le proiezioni ed i primi dati dello scrutinio Caldoro a questa tornata elettorale sarebbe invece in provincia di Caserta tra il 25 ed 30%, una percentuale superiore rispetto a quella regionale, ma lontana da quella di 5 anni fa del 42,10%. Mentre la candidata presidente del Movimento 5 Stelle, Valeria Ciarambino si attesterebbe tra il 10 o il 15% confermando le previsioni del dato regionale. Per la coalizione di centrosinistra a sostegno di De Luca è stato un testa a testa tra la lista De Luca presidente e il Partito democratico per confermarsi quest'ultimo primo partito della coalizione. Un confronto diretto all'interno della coalizione che era stato previsto sin dal momento della composizione delle liste con i cartelli civici come quello del presidente che hanno eroso candidati ai partiti e tra questi al Pd. Un test di De Luca guardando al proprio partito in provincia di Caserta e a livello regionale.
 

Video

A spuntarla è stato, però, il Pd di Emiddio Cimmino con oltre il 20% che ha mantenuto nella circoscrizione di Caserta la percentuale di cinque anni fa anzi migliorandola di qualche punto e sbarrando la strada alla Lega di Matteo Salvini che ha fatto il suo esordio a queste elezioni in Campania ma anche in provincia di Caserta. A seguire nella classifica che sarà confermata nella mattinata di oggi definendo anche i dati alle spalle del Pd c'è De Luca presidente e poi Italia Viva. Il partito di Renzi in provincia di Caserta si è distinto riuscendo a conquistare una percentuale a due cifre tallonando la lista De Luca presidente. Un dato per le tre liste (Pd, De Luca presidente e Iv) a sostegno di De Luca in rialzo in Terra di Lavoro rispetto a quello dell'intera Campania. La lista Noi Campani, i cui animatori sono Luigi Bosco e Clemente Mastella, ha superato la soglia del 3% portandosi oltre il 5% portandosi insieme alle tre liste sopra citate nella zona di attribuzione dei seggi.

LEGGI ANCHE De Luca sfonda anche a Napoli: aperti i giochi per le Comunali

Nella coalizione di centrodestra si è aperta la corsa alla conquista della leadership casertana. Corsa gomito a gomito tra Lega e Fratelli d'Italia. La Lega è tra il 10 e l'11%, Fratelli d'Italia oltre il 9%, raddoppiando quasi il risultato di 5 anni fa quando il partito di Giorgia Meloni si attestò sul 5,97%, dietro Forza Italia, la lista Caldoro presidente e Ncd Campania popolare, aggiudicandosi, nel 2015, il quarto posto nella classifica dei partiti. Una classifica stravolta a questa tornata perché Fi perde il primo posto cedendolo alla Lega e posizionandosi al terzo. In realtà i tre partiti del centrodestra hanno cambiato più volte le loro posizioni nella classifica dello spoglio con una gara testa a testa soprattutto tra Lega e Fdi. Una corsa anche a far scattare i seggi ma anche a conquistare il titolo di primo partito della coalizione e mettere la bandierina sulla scelta di futuri candidati a partire dalla scelta dal candidato sindaco di Caserta per le elezioni del 2021, il prossimo appuntamento su cui si misurerà il centrodestra. Si tratta di proiezioni che saranno confermate o smentite dai dati definitivi che saranno comunicati nella mattinata di oggi quando lo scrutinio delle 929 sezioni dell'intera circoscrizione sarà stato completato.

Ultimo aggiornamento: 11:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA