NAStartUp, doppio appuntamento con “Play” per l'innovazione sociale

L'88 esimo evento mensile e gratuito di NAStartUp è accolto nella casa Enrico Caruso

NAStartUp, doppio appuntamento con Play per l'innovazione sociale
NAStartUp, doppio appuntamento con “Play” per l'innovazione sociale
Mercoledì 23 Novembre 2022, 12:30
3 Minuti di Lettura

Doppio appuntamento con l’evento “Play” ideato da NAStartUp per raccontare le ultime novità delle startup e dell’innovazione sociale: il primo in streaming, a partire dalle ore 18 di mercoledì 23 novembre, e poi un happening in presenza. La community degli innovatori, dopo Il Museo di Napoli, si riunisce questa volta alla Casa Museo Enrico Caruso, un museo dedicato al grande tenore napoletano.

«Usciamo a riveder le startup insieme e a divertirci per rafforzare la rete grazie a nuovi luoghi che diventano “antenne” del nostro network dell’innovazione. Saremo a casa dove è nato Enrico Caruso. Oggi sarebbe uno Startupper? Noi pensiamo di sì. Gaetano Bonelli e Raffaele Reale stanno lavorando per fare di Casa Museo Enrico Caruso un luogo per far germogliare nuove idee», spiega Antonio Prigiobbo, director di NAStartUp.

Tra Hyperverso e “pasta revolution”

Sono quattro le startup che hanno scelto di raccontarsi all’acceleratrice Brigida Ardolino per questo appuntamento di Play. Luca Petrucci da Napoli presenta Sgozz, un hyperverso che consente alle aziende e agli utenti di accedere a servizi di realtà aumentata e blockchain, in modo semplice. A Potenza nasce il progetto di Davide Fabrizio: si chiama Le Traforate e ha l’obiettivo di creare e sviluppare nuovi formati di pasta sul mercato internazionale attraverso innovazioni brevettate. Goffredo D’Andrea da Isernia presenta la sua Oratio, uno strumento che, attraverso algoritmi, ambisce a migliorare il rendimento economico di un’attività nel food&beverage. Infine, Alessandro Scognamiglio da Pesaro presenta la sua Ready to Match che permette di creare o partecipare in tempi brevissimi ad eventi sportivi per i principali sport praticati nel mondo.

Tre progetti di social innovation

In questo appuntamento di Play domina la social innovation con tre progetti. Gaetano Bonelli racconta la genesi di Casa Museo Enrico Caruso che rende omaggio alla grande icona della musica napoletana e mondiale. Rosy Battaglia, giornalista di inchiesta, presenta il progetto del suo documentario, #TarantoChiama, che vuole raccontare il dramma e soprattutto le speranze di riscatto di una delle più belle città italiane, ma anche tra le più inquinate. Nella sua consueta rubrica sulla social innovation la guest Fabio Bruno di StartMeUp, intervisterà Stefano Cucca, globetrotter, e fondatore di Rumundu, un incubatore che supporta la nascita e lo sviluppo di startup che hanno un impatto positivo su ambiente e società.


Intelligenza artificiale produce intelligenza sociale?

Protagonista della rubrica Readynnovation che racconta i libri di innovazione, curata da Giancarlo Donadio, è Elena Esposito, docente di scienze politiche e sociali all’università di Bologna e alla università Bielefeld in Germania. Esposito presenta il libro “Comunicazione artificiale. Come gli algoritmi producono intelligenza sociale.

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA