Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli, area verde di Ponticelli nel degrado da anni: Porchiano senza spazi per i giovani

Lunedì 8 Agosto 2022 di Alessandro Bottone
Napoli, area verde di Ponticelli nel degrado da anni: Porchiano senza spazi per i giovani

Duemila metri quadrati sottratti ai cittadini di Ponticelli, quartiere nella zona orientale di Napoli. Lo spazio comunale in via Molino dei Cordari è da tempo inutilizzabile perché erbacce e rifiuti hanno invaso il campetto, i gazebo, le aiuole e i vialetti.

L'area pubblica - chiusa da oltre dieci anni – è posta a ridosso dell'istituto scolastico nella cosiddetta frazione di Porchiano. La chiusura al pubblico e l'assenza di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria hanno comportato il progressivo abbandono dello spazio che, nell'elenco dei beni comunali, è identificato quale "area a verde pubblico da recuperare". Parliamo di una lingua di terreno "recuperata" attraverso il vasto programma di edilizia pubblica nel periodo successivo al terremoto del 1980. Non l'unica costruzione nell'ambito della legge 219 del 1981: infatti, in zona sono stati costruiti diversi complessi di case popolari.

 

L'area comunale di via Molino dei Cordari è stata per alcuni anni utilizzata per momenti di intrattenimento e per attività sportive grazie all'impegno della comunità parrocchiale della zona. In seguito nessuno ha preso in cura il bene che risulta in condizioni di pesante degrado con abbondanti e alte erbacce che coprono l'intera superficie. La recinzione in ferro - danneggiata in più punti - risulta particolarmente arrugginita così come il cancello d'ingresso bloccato dal verde infestante. Anche il gazebo risulta invaso dalle sterpaglie e ciò che resta di un campetto. Ci sono alberi e piante che necessitano di manutenzione.

Video

A occuparsi dell'area dovrebbe essere la Municipalità di Napoli Est che - già da anni - non ha a disposizione sufficienti risorse economiche e umane per far fronte alla gestione di spazi pubblici in modo adeguato. Tra queste anche molte aree verdi e attrezzate come quella a Porchiano per la quale era arrivata la proposta di gestione da parte di alcuni residenti pronti a trasformarla in area per cani. Un progetto mai decollato.

Il bene insiste in un'area del quartiere Ponticelli con una altissima densità abitativa vista la presenza di diversi rioni di case popolari, come quello in cui si è registrato il recente duplice omicidio. Non è l'unico bene abbandonato: basta guardare l'area sportiva della vicina via Umberto Saba - distrutta e da recuperare con fondi già stanziati - e l'immobile di cupa vicinale Pepe in cui si immaginava di realizzare un centro polifunzionale. Spazi sottratti ai giovani, e non soltanto, in un angolo della città in cui è indispensabile offrire alternative sane a contesti difficili e delicati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA