Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Piazza Nazionale, ancora sporcizia
e polemiche: «Pulizia solo per gli eventi»

Lunedì 8 Agosto 2022 di Antonio Folle
Piazza Nazionale, ancora sporcizia e polemiche: «Pulizia solo per gli eventi»

Sporcizia e polemiche non mancano mai dalle parti di piazza Nazionale. In questi giorni una delle piazze-simbolo del territorio della IV Municipalità è di nuovo alle prese con lo spinoso problema legato alla sporcizia ed al degrado ormai storico che caratterizza la zona. A poco o nulla sono bastati gli interventi dei volontari e dei percettori del reddito di cittadinanza realizzati negli scorsi mesi: in poche settimane non solo la piazza è ritornata al punto di partenza, ma è di nuovo alle prese con l'emergenza - molto sentita in zona - legata alla presenza di una folta colonia di topi. I giardini ormai non esistono più e, bruciati dal sole rovente, si sono trasformati in un'unica distesa rinsecchita nella quale fanno la loro orribile figura bottiglie di birra, lattine e altri rifiuti abbandonati da incivili e dai senzatetto che popolano questa zona.

 

Perchè, infatti, se fino a qualche tempo fa l'area di piazza Nazionale era rimasta fuori dal fenomeno dei senzatetto che creano accampamenti più o meno improvvisati, con gli interventi - purtroppo inefficaci a risolvere il problema - realizzati a piazza Garibaldi parte dei senza fissa dimora si è spostata proprio a piazza Nazionale, colonizzando il poco verde ancora disponibile e trasfomandolo in "aree private" dove consumare cibi e bevande, e dove espletare bisogni fisiologici lontani, per quanto possibile, da occhi indiscreti.

Una situazione, quella di piazza Nazionale, che non poteva mancare di scatenare aspre polemiche tra i residenti della zona. In molti avevano creduto sul serio ai progetti di rinascita lanciati da Comune e Municipalità, ma dei progetti ventilati fino ad oggi si attende ancora la realizzazione. E' bene sottolineare, in ogni caso, le difficoltà operative ad operare su un territorio dove alla presenza dei senzatetto si accompagna la presenza di una vasta "fetta" di popolazione ben poco avvezza al rispetto delle regole. 

Video

«Piazza Nazionale - denuncia il presidente della commissione Patrimonio della IV Municipalità Enrico Cella - è stata sedotta e abbandonata. I prossimi interventi di pulizia e bonifica probabilmente verranno realizzati solo alla prossima manifestazione, quando ci saranno fotografi e telecamere. Il verde ormai non esiste più e lo stesso si può dire dell'arredo urbano, letteralmente demolito. Quello che abbondano sono le mosche, le zanzare e le blatte, dal momento che qui interventi di disinfestazione non vengono quasi mai realizzati. La situazione - prosegue Cella - è al limite della sopportazione ed è un paradosso se si pensa che nell'ultimo periodo proprio a piazza Nazionale, una delle più importanti del nostro territorio, sono nate diverse attività ricettive. Che fine hanno fatto i percettori del reddito di cittadinanza che dovevano lavorare su questa piazza per renderla veramente fruibile ai cittadini? Di questa incresciosa situazione - conclude il presidente della commissione Patrimonio - abbiamo discusso anche in commissione, e chiederemo al Sat del Comune di Napoli un progetto concreto e fattibile per un vero rilancio di questa piazza, e non per i soliti interventi spot realizzati in occasione delle manifestazioni di solidarietà per la piccola Noemi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA