Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli Est, lavori a San Giovanni: 20 km orari e cantiere fino a ottobre

Mercoledì 21 Settembre 2022 di Alessandro Bottone
Napoli Est, lavori a San Giovanni: 20 km orari e cantiere fino a ottobre

Mezzi e uomini a lavoro ancora per diverse settimane in corso San Giovanni a Teduccio, strada principale dell'omonimo quartiere nella zona orientale di Napoli. Già da mesi si attua la riqualificazione urbanistica e ambientale dell'asse costiero e ora il cantiere si estende fino a fine ottobre interessando il tratto del corso in zona Vigliena.

In particolare, si opera per la rifunzionalizzazione del sistema fognario di San Giovanni a Teduccio - lavori compresi nel Grande progetto di riqualificazione dell'area urbana di Napoli Est - così da rendere efficiente e non inquinante l'impianto che serve un'area di Napoli ad altissima densità abitativa. É stato il Servizio "Ciclo integrato delle acque" del Comune di Napoli - che cura gli interventi - a chiedere di istituire un dispositivo di traffico adeguato per consentire la prosecuzione dei complessi lavori. In effetti, come specificato nell'atto di Palazzo San Giacomo, per circa due mesi, «il cantiere è rimasto attivo benché con vigenza dell'ordinanza dirigenziale oramai scaduta». Di qui l'esigenza di un nuovo piano del traffico che resterà attivo fino a venerdì 21 ottobre 2022.

L'ordinanza prevede diverse misure che riguardano il tratto di corso San Giovanni compreso tra via Vigliena e il civico 151. In particolare, la parte della carreggiata non interessata dai lavori è suddivisa in due corsie percorse dai veicoli con senso di marcia contrapposto. Si impongono il limite massimo di velocità di venti chilometri orari, il divieto di sorpasso e di sosta e fermata. Per la sicurezza dei pedoni si crea un percorso protetto che corre lungo la recinzione del cantiere sul lato della corsia stradale.

Non l'unica azione prevista dall'atto del Servizio 'Viabilità e traffico' di Palazzo San Giacomo che riguarda anche i tratti di corso San Giovanni compresi tra via Ponte dei Francesi e l'incrocio con via Vigliena e da via Ponte dei Francesi fino all’intersezione con via Pazzigno: anche qui imposti i venti chilometri orari e si prevede la rimozione coatta dei veicoli in divieto di sosta. Il dispositivo specifica che in tale tratto del corso le carreggiate sono separate dal cordolo spartitraffico. La carreggiata lato mare è suddivisa in due corsie percorse con senso di marcia contrapposto. Qui sono stati previsti stalli destinati alla sosta libera sistemati a spina di pesce. La carreggiata lato monte, altrettanto suddivisa in due corsie percorse con senso di marcia contrapposto, è riservata al transito esclusivo dei tram.

Un autunno caldo per residenti e passanti che dovranno tollerare i disagi relativi alla diminuzione della velocità e ai relativi ingorghi vista il numero importante di veicoli che interessa il corso San Giovanni che mette in collegamento il centro città con la zona orientale e con i Comuni dell'area vesuviana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA