Ponticelli, fontanella a secco da mesi: rabbia tra i residenti per disagio e mancato decoro

Domenica 4 Luglio 2021 di Alessandro Bottone
Ponticelli, fontanella a secco da mesi: rabbia tra i residenti per disagio e mancato decoro

Da un banale guasto alla chiusura definitiva il passo è stato breve. Non scorre più acqua potabile nella fontanella di viale Margherita a Ponticelli, quartiere nella zona orientale di Napoli. Spenta, ormai, da mesi la fontanella a pochi metri dalla sede municipale: siamo nel cuore del centro storico di Napoli Est, una zona percorsa quotidianamente da migliaia di persone e frequentata da cittadini di ogni età visti i diversi esercizi commerciali e gli ampi spazi a disposizione.

La fontanella è stata chiusa nei mesi scorsi a causa di una copiosa fuoriuscita di acqua che costantemente rendeva il marciapiede antistante sporco e pericoloso oltre a rappresentare uno spreco importante. Chi frequenta la zona si aspettava un intervento immediato per vedere la fontanella nuovamente attiva e funzionante. Così non è stato: anzi la circostanza è apparsa più complessa del normale. A occuparsi della vicenda è Ippolito Braccini, assessore della VI municipalità del Comune di Napoli (Barra, Ponticelli, San Giovanni a Teduccio), il quale ha scritto agli organi competenti chiedendone, appunto, il ripristino così da restituire un “servizio” ai cittadini e da garantire il decoro a un pezzo del quartiere di Napoli Est. Nei mesi scorsi era stato proprio Braccini a segnalare all’Abc Napoli la perdita di acqua potabile dalla fontanella di viale Margherita.

Video

In seguito l’assessore municipale ha scritto alla Napoli Servizi, altra azienda municipalizzata del Comune di Napoli, per chiederne la riattivazione così come sollecitato da tanti residenti che hanno mostrato particolare insofferenza per il fatto che un semplice guasto abbia determinato un disagio per passanti e frequentatori degli spazi, specie in queste settimane di caldo afoso e nei mesi della pandemia in cui si chiede a tutti di prestare particolare attenzione all’igiene personale. A quanto pare il nodo da scogliere è l’autorizzazione dell’intervento di manutenzione all’azienda comunale: senza questo passaggio l’iter è bloccato e la fontanella resta a secco. Per quanto ancora? Si chiedono Braccini e i cittadini del quartiere che quotidianamente vivono tutte le difficoltà e i disagi del mancato decoro urbano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA