Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Crisi idrica a Marano, due scuole chiuse. I cittadini acquistano acqua dai privati: «Prezzi alle stelle»

Mercoledì 23 Marzo 2022 di Ferdinando Bocchetti
Crisi idrica a Marano, due scuole chiuse. I cittadini acquistano acqua dai privati: «Prezzi alle stelle»

Prezzi alle stelle, a Marano, città alle prese da giorni con una gravissima emergenza idrica, per l'acquisto di taniche e acqua dai privati mediante l'utilizzo di autocisterne. «Ho pagato 10 euro una tanica e sono ormai introvabili su tutto il territorio - spiega Gianluca - Ci stiamo approvigionando in altre città del comprensorio: io mi sono spostato a Licola per fare un po' di scorte». Per un'autocisterna di 3 mila litri si arriva a spendere anche 150 euro. Il Comune non ha ancora affidato i lavori per la riparazione dell'impianto idrico finito nel mirino dei ladri e gravemente danneggiato. I commissari alla guida del Comune hanno intanto chiuso due scuole del territorio. I tempi per il ripristino dell'erogazione sono ancora lunghi. Si parla di almeno altri due o tre giorni. Due autobotti (una terza è in arrivo) sono dislocate sul territorio. Il consigliere regionale Francesco Borrelli ha chiesto l'intervento del prefetto di Napoli Claudio Palomba. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA