Estate a Napoli al Maschio Angioino e al parco archeologico Pausilypon: ritmi di sole, di mare, di viaggio, di sud

Lunedì 23 Agosto 2021
Estate a Napoli al Maschio Angioino e al parco archeologico Pausilypon: ritmi di sole, di mare, di viaggio, di sud

Prosegue la rassegna culturale estiva promossa dal comune di Napoli, assessorato all'istruzione, alla cultura e al turismo e finanziata dai fondi del Poc Turismo 2014-2020 intitolata “Ritmi di sole, di mare, di viaggio, di sud”. Dopo i successi di pubblico e critica delle prime settimane di programmazione, l'ultima settima agostana vedrà sul palcoscenico del Maschio Angioino, Peppe Lanzetta e Jennà Romano, Gino Rivieccio e Maurizio Casagrande, rispettivamente il 26, il 27 e il 28 agosto con inizio degli spettacoli alle 21,00.

Le prenotazioni sono state aperte dal 24 luglio e la capienza è ovviamente adeguata alle normative anti - covid. Giovedì 26 agosto Peppe Lanzetta con Jennà Romano saranno in scena con lo spettacolo “Scusate il ritorno”, un affresco ironicamente crudo nella sua essenza in cui riconoscersi dopo le ansie e le vicissitudini degli ultimi tempi. Lanzetta mescola l'anima all'arte, facendosi ispirare dalla sua città, Napoli, conoscendola profondamente, mutuandone quella sua teatralità collettiva e popolare, la letteratura, restituendoci una fusione osmotica che comprende il suo essere attore, scrittore e qui anche fine dicitore musicale, rapper e cantante. Lanzetta offre un mix di parole e musica che punta a scolpire e colorare i più incerti anni delle nostre esistenze. “Scusate il ritorno” è uno spettacolo che nasce dai recenti turbamenti epocali, il resoconto artistico-musicale di una coercitiva lontananza fisica che ha condotto tutti in una vita irreale e sospesa che ci offre contemporaneamente l'opportunità di una riflessione sul vuoto e le difficoltà degli ultimi tempi.

La messa in scena è frutto della collaborazione di Peppe Lanzetta con il musicista e leader del gruppo Letti Sfatti, Jennà Romano. È attraverso questo sopraffino sodalizio che si svolge la sfida di ripercorrere e saldare quel filo che lega da sempre la parola alla musica. Venerdì 27 agosto, sempre alle 21.00, sarà la volta del sorriso “amaro” delle contraddizioni di Napoli, il governo Draghi, le tasse, l'euro ed il caro-vita, tematiche che saliranno sul palco con “Recital”, lo spettacolo dell'amato Gino Rivieccio, artista poliedrico, spesso garbatamente irriverente ed ironico sui temi e le contraddizioni del mondo moderno.

In “Recital” l'anchor-man partenopeo tratterà ironicamente anche della tematica del lavoro sempre mancante, della pandemia, dei social non tralasciando le emozioni dei suoi personali ricordi. L'attore ritorna in veste di solista, rileggendo alla sua maniera e coi suoi proverbiali monologhi, fatti e persone alla ribalta negli ultimi tempi. La sua prerogativa però, resta la satira di costume, le gag sulle situazioni quotidiane, senza far mancare i suoi “personaggi” storici che lo hanno contraddistinto sin dall'inizio della sua pluriennale carriera. Lo spettacolo è firmato, oltre che dallo stesso Rivieccio, dal suo autore di sempre, Gustavo Vedesuo. L'accompagnamento al pianoforte è a cura del maestro Antonello Cascone. Sabato 28 agosto toccherà a Maurizio Casagrande con “A tu per tu”, uno spettacolo dallo stile informale quanto confidenziale, una sorta di "one-man show" con suggestivi momenti musicali, molto coinvolgenti per il pubblico. In scena con Maurizio Casagrande un musicista al pianoforte e due cantanti che introducono Casagrande raccontando piccoli aneddoti e accennando canzoni di colonne sonore di film che attraversano più di 50 anni di storia del cinema, accompagnate e sostenute dalle note del pianista. Il racconto di episodi della carriera e della vita del famoso attore napoletano suscitano l’interesse e l’ilarità del pubblico. Lo spettacolo, sempre più un musical-cabaret, con la musica di Zucchero a fare da sottofondo e filo conduttore, offre sketch e monologhi imperniati sul rapporto dell'attore con le donne e l'amore in generale. La rassegna teatrale al Maschio Angioino ha la direzione artistica di Maurizio de Giovanni è organizzata da Gabbianella Club.

 

Al parco archeologico Pausilypon invece il 27 agosto, al tramonto, ore 19.00, che rende ancora più suggestiva la straordinaria location, si esibirà L'orchestra da camera di Napoli nell'ambito della rassegna musicale e reading “Pausilypon – Suggestioni all’Imbrunire” diretta da Carlo Faiello, realizzata in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Napoli e organizzata dall'Associazione Il Canto di Virgilio. “Mater Mediterranea. Viaggio nel Pathos di Partenope'” questo il titolo dell'evento musicale proposto dall'orchestra da Camera di Napoli, un viaggio appunto nei suoni e nelle melodie, con la voce del mezzosoprano Gabriella Colecchia, la chitarra di Enzo Amato - che è anche l'autore delle musiche - e la grazia della suadente danzatrice Carolina Aterrano. Lo spettacolo sarà preceduto, alle ore 18, da un miniconcerto della durata di 30 minuti.

Video

«Sono molto soddisfatta del grande lavoro interistituzionale che ci sta regalando quest'estate tante serate di cultura e intrattenimento nei più bei siti monumentali e archeologici della nostra città. Ritmi di sole, di mare, di viaggio, di Sud ci sta restituendo quel' ritmo' culturale che la pandemia ci aveva rubato. Ringrazio gli organizzatori che con noi stanno lavorando assiduamente alla realizzazione del progetto, gli artisti che sempre generosamente si donano al pubblico e il pubblico stesso che torna con coraggio e in sicurezza a vivere la cultura anche come occasione di socialità, incontro, confronto» dichiara l'assessore comunale all'istruzione, alla cultura e al turismo Annamaria Palmieri. Gli spettacoli sono gratuiti con obbligo di prenotazione.

Ultimo aggiornamento: 17:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA